“La GAE Infanzia non si spegne”: il 25 novembre a Siracusa per chiedere le immissioni in ruolo

WhatsApp
Telegram

Gentile Presidente del Consiglio Renzi, siamo le docenti della scuola dell’infanzia inserite nella G.A.E. della provincia di Siracusa.

Visto i risultati della sua “Buona Scuola” possiamo dire ad alta voce che siamo veramente deluse, scoraggiate, stanche ed indignate per la situazione in cui ci troviamo.

Ogni giorno lottiamo con l’unica arma in nostro possesso: la dignità! La Legge 107/2015 prevedeva il piano straordinario d’assunzioni delle scuole di ogni ordine e grado, legato ad un vincolo triennale in caso di assunzione, ed il MIUR si poneva l’obiettivo di svuotare le G.A.E., ma le docenti della scuola dell’infanzia, pur avendo presentato domanda su scala nazionale, come prevedeva la Legge, non hanno ottenuto le auspicate assunzioni, sia in ambito regionale che nazionale.

Non solo… c’è chi non ha presentato domanda a causa del vincolo triennale. Se avessero saputo che dopo un anno sarebbero rientrate nella provincia di appartenenza, avrebbero presentato domanda tutti. Infatti il CCIR (Contratto Integrativo Regionale) del 24 agosto 2016, ha permesso ai docenti trasferiti al nord legati al vincolo triennale di produrre domanda di assegnazione provvisoria nella provincia di appartenenza, ed essere assegnati su posti di sostegno anche se privi di titolo di specializzazione (noi le definiamo assegnazioni provvisorie selvagge). Non solo il danno ma anche la beffa… I sindacati dovrebbero difendere i diritti di chi un lavoro non ce l’ha, invece continuano a difendere i diritti di chi un lavoro ce l’ha anche se pur lontano da casa. Adesso circa 4.000 docenti siciliani sono a casa senza lavoro.

Noi chiediamo fortemente una soluzione concreta che permetta lo svuotamento delle graduatorie ad esaurimento (così come previsto dalla Legge 107/2015), formate principalmente da insegnanti che hanno sulle spalle tanti e tanti anni di precariato. Chiediamo fortemente il potenziamento (fase per la quale, anche questa volta, la scuola dell’infanzia è stata esclusa). Basterebbe un docente per scuola per svuotare la graduatoria a livello provinciale. Anche questo fantomatico progetto 0-6 di cui si parla tanto, sarebbe impossibile da attuare in Sicilia, visto e considerato che non vi sono strutture adeguate… Le scuole già esistenti hanno strutture fatiscenti.

L’attività della commissione Bilancio della Camera dei deputati va a rilento, sul pacchetto scuola, per una ragione: il governo ha deciso di attendere l’esito del referendum. Così il governo non presenterà emendamenti alla Camera, attenderà l’esito del 4 dicembre. Tutto ciò alimenta la sfiducia che noi abbiamo nei suoi confronti.

Vogliamo certezze, non più false promesse
Siamo veramente stanche ma non ci fermeremo.

FIACCOLATA PROMOSSA DAL COORDINAMENTO REGIONALE GAE INFANZIA SICILIA
Venerdì 25 Novembre 2016 a Siracusa si terrà una fiaccolata, intitolata

“La GAE Infanzia non si spegne”

Promossa dal Coordinamento Regionale Gae Infanzia Sicilia,il corteo si muovera’ nelle seguenti vie, partenza Piazza Pantheon ore 19:00 e proseguira’ attraverso Corso Umberto fino al Tempio di Apollo ovvero Piazza Pancali.
Corteo nato per illuminare le coscienze e quindi per non far spegnere la luce della dignità.

Visto i risultati della “Buona Scuola”, possiamo dire ad alta voce che siamo veramente deluse, scoraggiate, stanche ed indignate per la situazione in cui ci troviamo.
La nostra fiaccolata è una forma di protesta silenziosa (a volte il silenzio fa’ più clamore di una parola urlata),affinchè possa illuminare le coscienze di chi ci ha messo in questa situazione.
Siamo l’unico ordine di scuola ”Discriminato” dalla legge 107/2015.

Vogliamo certezze ,non più false promesse, speriamo in qualcosa di positivo per noi,
IL LAVORO.

Lottiamo con l’unica arma in nostro possesso: La Dignita’!

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur