La formazione dei docenti ora passa dal web

di redazione
ipsef

Agenzia Dire – Per l’Ansas, l’Agenzia nazionale di sviluppo dell’autonomia scolastica, ex Indire, ci sono novità in vista.

Agenzia Dire – Per l’Ansas, l’Agenzia nazionale di sviluppo dell’autonomia scolastica, ex Indire, ci sono novità in vista.

Il ministro dell’Istruzione, Mariastella Gelmini, vuole farne sempre di più il luogo di formazione degli insegnanti e sta lavorando ad un progetto per mettere in coordinamento fra loro l’Agenzia, l’Invalsi, l’istituto di valutazione, e l’ispettorato del dicastero di Viale Trastevere. Il tutto ai fini della creazione di un sistema sempre più funzionale di formazione e valutazione del corpo insegnanti.

Intanto l’Ansas prosegue nel proprio cammino, che si è fatto carico di impegni e progetti. "Oggi- spiega alla Dire Massimo Radiciotti, direttore generale dell’Ansas- la formazione degli insegnanti passa soprattutto attraverso il web. Ormai abbiamo una piattaforma funzionale che consente di raggiungere migliaia di insegnanti contemporaneamente. Si tratta di uno strumento che si sta dimostrando molto efficace. Al contempo, stiamo lavorando anche sull’aggiornamento delle competenze informatiche di molti insegnanti. Mentre per oltre mille docenti stiamo facendo corsi di formazione per rinnovare la didattica di materie come l’italiano e la matematica nell’ambito del piano per la qualità e il merito".

Ma l’Ansas presto dovrà cambiare pelle e diventare un ente di ricerca a tutti gli effetti. L’Agenzia, infatti, rientra nel nuovo regolamento per il rinnovamento degli enti dipendenti dal ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca che al momento giace in Parlamento ma che porterà alla revisione degli statuti e degli organici. "Bisognerà aspettare il regolamento- chiude Radiciotti- per poi ripartire e lavorare anche ad una maggiore comunicazione di quella che è la nostra attività".

www.dire.it

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione