La follia della didattica in presenza. Lettera

Stampa

Inviata da Valeria Garuzzo – È assurdo che la scuola riprenda in queste condizioni. Rientrare alle 15 sarebbe impossibile. I ragazzi non devono mangiare fuori casa. È troppo pericoloso.

È incredibile che il ministro Azzolina continui ad insistere adducendo ovvietà come “la scuola è meglio in presenza”. Non si può a detta di virologi ed esperti.

Come hanno dimostrato i dati, nelle scuole superiori il rischio di contagio è elevato e ragazzi, professori e famiglie non devono rischiare. La didattica a distanza funziona bene e al momento è l’unica alternativa.

Al limite deve essere consentito di scegliere se frequentare in dad o meno. Piuttosto faccio perdere l’anno a mio figlio, per la stupidità di scelte avventate.

Ai nostri governanti VERGOGNATEVI DI PRETENDERE QUESTO.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur