Per la FISH “formare tutti gli insegnanti per il sostegno ai disabili? Proposta accattivante”

di redazione
ipsef

red – Per Salvatore Nocera, vicepresidente della FISH, "la proposta veramente innovativa contenuta nel rapporto curato dall’associazione Treellle, Caritas Italiana e Fondazione Giovanni Agnelli è quella dell’abolizione della delega a solo insegnante di sostegno, una questione che invece riguarda tutti gli insegnanti curricolari". Anche se "un po’ schiacciata da quella che è la realtà concreta della scuola italiana d’oggi" formazione

red – Per Salvatore Nocera, vicepresidente della FISH, "la proposta veramente innovativa contenuta nel rapporto curato dall’associazione Treellle, Caritas Italiana e Fondazione Giovanni Agnelli è quella dell’abolizione della delega a solo insegnante di sostegno, una questione che invece riguarda tutti gli insegnanti curricolari". Anche se "un po’ schiacciata da quella che è la realtà concreta della scuola italiana d’oggi" formazione

"Sono pienamente d’accordo per la collaborazione del volontariato organizzato a scuola in attività para ed extrascolastiche – ha affermato Nocera -, ma in classe non possiamo mettere una figura in più. Già c’è l’insegnante di sostegno, l’assistente per l’autonomia, quello che si potrebbe fare è rivolgere l’attenzione sui compagni e sul compagno tutor". Per il vicepresidente della FISH, però il problema da affrontare è il numero di alunni per classe. "Come si fa a pretendere che un insegnante anche se altamente qualificato possa occuparsi anche degli alunni con disabilità se ha una classe di 28 o 30 persone?"

Il futuro dell’integrazione: eliminare i prof di sostegno

Versione stampabile
anief anief
soloformazione