Argomenti Didattica

Tutti gli argomenti

La festa dell’Europa, 20 risorse didattiche e modello landing corner da scaricare

Stampa

La Festa dell’Europa del 9 maggio è divenuta un simbolo europeo che, unitamente alla bandiera, all’inno, al motto e alla moneta unica (l’euro), identifica l’entità politica dell’Unione Europea. La festa dell’Europa è l’occasione di dar vita a festività e di regolare attività che avvicinano l’Europa ai suoi cittadini ed i popoli dell’Unione fra loro.

Il 9 maggio 1950 dunque è nata l’Europa comunitaria, proprio quando lo spettro di una terza guerra mondiale angosciava tutta l’Europa.

Il Ministro Bianchi e la diretta streaming del 10 maggio

Il Ministero dell’Istruzione, con una nota inoltrata a tutte gli istituti, invita il mondo della scuola alla diretta streaming che si svolgerà sul sito web  il 10 maggio a partire dalle ore 10.30.

Parigi, 9 maggio 1950

Quel giorno a Parigi la stampa era stata convocata per le sei del pomeriggio al Quai d’Orsay, sede del Ministero degli Esteri, per una comunicazione della massima importanza. Le prime righe della dichiarazione del 9 maggio 1950 redatta da Robert Schuman, Ministro francese degli Affari Esteri, in collaborazione con il suo amico e consigliere, Jean Monnet, danno un’idea dei propositi ambiziosi della stessa.

“La pace mondiale non potrebbe essere salvaguardata senza iniziative creative all’altezza dei pericoli che ci minacciano”. “Mettendo in comune talune produzioni di base e istituendo una nuova Alta Autorità le cui decisioni saranno vincolanti per la Francia, la Germania e i paesi che vi aderiranno, saranno realizzate le prime fondamenta concrete di una federazione europea indispensabile alla salvaguardia della pace”.

L’Istituzione europea sovrannazionale

Veniva così proposto di porre in essere una Istituzione europea sovrannazionale cui affidare la gestione delle materie prime che all’epoca erano il presupposto di qualsiasi potenza militare, il carbone e l’acciaio. Ora i paesi chiamati a rinunciare con queste modalità alla sovranità puramente nazionale sul “nerbo” della guerra uscivano da poco da un conflitto spaventoso che aveva seminato innumerevoli rovine, materiali ma soprattutto morali, odi, rancori, pregiudizi. Per comprendere l’impatto rivoluzionario del gesto basterebbe immaginare oggi un’iniziativa analoga tra Israele e i Palestinesi, tra i Serbi e i Bosniaci, tra popolazioni tutsi e hutu; e all’epoca l’ordine di grandezza era ben maggiore e le ferite più profonde!

Al vertice europeo tenuto a Milano nel 1985 i capi di Stato e di governo hanno deciso di festeggiare questa data come Giornata dell’Europa.

Festa dell’Europa

La festa dell’Europa (9 maggio) celebra la pace e l’unità in Europa. La data è l’anniversario della storica dichiarazione di Schuman. In occasione di un discorso a Parigi, nel 1950, l’allora ministro degli Esteri francese Robert Schuman ha esposto la sua idea di una nuova forma di cooperazione politica per l’Europa, che avrebbe reso impensabile una guerra tra le nazioni europee.

La sua ambizione era creare un’istituzione europea che avrebbe messo in comune e gestito la produzione del carbone e dell’acciaio. Un trattato che dava vita ad una simile istituzione è stato firmato appena un anno dopo. La proposta di Schuman è considerata l’atto di nascita dell’Unione europea.

Partecipare alla Giornata dell’Europa

Per celebrare la festa dell’Europa, agli inizi di maggio le istituzioni dell’UE aprono al grande pubblico le porte delle loro sedi di Bruxelles e Strasburgo. Gli uffici locali dell’UE in Europa e nel resto del mondo organizzano una serie di attività ed eventi per un pubblico di tutte le età.

Ogni anno migliaia di persone partecipano a visite, dibattiti, concerti e altri eventi organizzati per l’occasione e per avvicinare i cittadini all’UE.

La visita virtuale delle istituzioni

Fin dall’inizio della crisi COVID-19, l’UE invita i cittadini di tutta Europa e del resto del mondo a scoprirla in modo sicuro e per lo più virtuale, con eventi in presenza o misti e visite quando la situazione sanitaria lo consente.

Learning corner

Imparare giocando! – Insegnare e connettersi
Se sei un alunno della scuola primaria o secondaria, in questo sito potrai trovare

giochi 
concorsi 
libri interattivi 

per scoprire l’UE in modo divertente, sia in classe che a casa. Ci sono anche tante informazioni su come studiare o svolgere attività di volontariato all’estero.

Cosa sapere dell’Europa e come spiegarlo agli alunni

Se sei un insegnante e desideri aiutare i tuoi studenti a conoscere l’UE e a imparare come funziona, a seguire potrai trovare materiali didattici per tutte le fasce d’età. Oltre a spunti per le lezioni, potrai scoprire opportunità per creare reti con altre scuole e insegnanti di tutta Europa.

Lo strumento didattico [email protected]

Si tratta di lezioni attive sull’Unione europea è stato realizzato per portare l’UE in classe. Comprende sette moduli, che possono essere utilizzati separatamente, e una guida per l’insegnante. Lo strumento aiuta a conoscere l’UE, i suoi Stati membri, la sua storia, i suoi valori e i suoi effetti sulla nostra vita quotidiana. Contiene anche un modulo sull’alfabetizzazione mediatica e la disinformazione. Lo strumento applica l’idea dell'”apprendimento attraverso il gioco” con quiz, giochi di ruolo ed esercizi. È lo strumento ideale per gli studenti delle scuole superiori e professionali ed è accompagnato da un manuale per l’insegnante.

Pronti per la sfida verde?

Per gli insegnanti delle scuole secondarie è disponibile un kit di strumenti didattici che fornisce nuove idee e informazioni di base per le lezioni in classe su vari aspetti della sostenibilità. Lo strumentario è stato sviluppato nell’ambito della campagna Green Trip, che promuove progetti e stili di vita sostenibili tra i giovani europei.

Riconoscere e combattere la disinformazione

La pandemia ha reso evidente quanto informazioni false e fuorvianti si diffondano online. Con questo kit gli insegnanti delle scuole secondarie possono aiutare gli studenti a discernere cosa sia vero da falso quando sono online. Il kit comprende una presentazione con molti esempi reali e proposte per esercizi di gruppo, e una guida per i docenti per strutturare una o più lezioni.

Giornata dell’Europa #IlFuturoèTuo

La Giornata dell’Europa,  che si tiene il 9 maggio di ogni anno (quest’anno celebrata, a scuola, giorno 10, come ha ricordato il Ministro Bianchi), celebra la pace e l’unità nell’Unione europea. Quest’anno le istituzioni europee aprono le proprie porte “virtuali” a tutte le generazioni, invitandole a contribuire a plasmare il futuro dell’Europa.

Partecipa a questa edizione unica della Giornata dell’Europa 2021

Prendi parte a delle esperienze virtuali e scopri cos’è l’UE e cosa fa a Bruxelles, nel tuo paese e oltre:

Fai sentire la tua voce: visita la nuova piattaforma digitale della conferenza sul futuro dell’Europa e raccontaci l’Europa in cui vuoi vivere: https://futureu.europa.eu/

Streaming senza frontiere: nuove norme per i contenuti online

La legislazione dell’UE consente ai consumatori di portarsi dietro i contenuti online ovunque si rechino nell’UE.

Chi pensi di essere? – Identità

Come definisci la tua identità? Quali caratteristiche potrebbe avere? L’identità cambia e si evolve costantemente, di conseguenza le nostre concezioni di chi siamo e di chi possano essere gli altri sono esposte al cambiamento. Il presente settore tematico esamina la natura pluridimensionale dell’identità e cita esempi dal passato e dal presente, consentendoci di riflettere sul significato dell’identità europea nel XXI secolo.

L’UE nel 2020

Scopri tutto ciò che c’è da sapere sui traguardi raggiunti dall’Unione europea nel 2020. La relazione generale sull’attività dell’Unione europea ti aggiorna su come l’UE ha risposto alle sfide senza precedenti che ha dovuto affrontare nel 2020.

Uniti nella diversità

Manifesto per bambini che mostra una mappa dell’Europa con delle figurine che illustrano alcune delle caratteristiche e delle tradizioni di ciascun paese. L’euro accanto al paese aiuterà a individuare quelli che lo usano come moneta.

La mia UE

Se hai fra i 14 e i 18 anni o sei un insegnante della scuola secondaria e sei interessato a saperne di più sull’Unione europea e su cosa fa per te, questa pubblicazione fa al caso tuo. Gli esercizi al suo interno offrono interessanti spunti di riflessione che potrete approfondire parlando di Europa con i vostri amici e familiari.

Il presente opuscolo contiene inoltre un quiz online, che è un modo divertente per ripassare alcuni degli argomenti trattati.

Storia dell’UE 

Questo quiz online è stato creato per dare agli alunni della scuola secondaria alcune nozioni fondamentali riguardanti l’Unione europea. Può essere utilizzato durante le lezioni o come compito a casa. Funziona su computer, tablet e smartphone.

I pionieri dell’UE

Chi sono le donne e gli uomini che hanno costruito l’Europa di oggi? Dall’avvocato al partigiano, dallo scienziato al politico, tutti hanno dato un contributo alla costruzione della casa europea.

Il puzzle dell’UE!

Vuoi fare un puzzle con i paesi o le lingue dell’UE? O entrambi? Puoi anche stampare una mappa gigante dell’Europa da colorare!

Cronologia dell’UE

Fai un viaggio all’indietro nel tempo e scopri i momenti importanti nella storia, le invenzioni, i principali eventi sportivi, sociali e altri ancora… molti dei quali hanno contribuito a rendere l’UE ciò che è oggi.

Europa + insieme!

Kit didattico per far conoscere l’Unione europea agli alunni dai 10 anni in su.

L’Europa in sintesi

Che cosa sanno i tuoi alunni sull’Unione europea? Questa presentazione ti aiuterà a spiegare l’essenziale in 15-30 minuti e a preparare il terreno per una discussione. Le pagine delle note contengono maggiori informazioni e link utili.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur