La docente di lettere che mette a disposizione la sua biblioteca privata: ecco come funziona

WhatsApp
Telegram

Carola Lo Nero, una professoressa di Lettere e Storia che insegna allo Stenio di Termini Imerese, ha un’idea unica per dare nuova vita ai libri: condividere la sua vasta collezione di circa mille volumi con la comunità attraverso una biblioteca privata nella sua casa di via Roma 90 a Gangi.

Carola e suo marito si sono trasferiti a Gangi due anni fa, innamorandosi della pace e della vita semplice della città, e hanno deciso di trascorrere gran parte della settimana lì.

La biblioteca privata, battezzata “Santa Maria”, segue le stesse regole delle biblioteche pubbliche, con libri che possono essere prestati gratuitamente previa prenotazione tramite Facebook o e-mail. Carola sogna di creare una rete di biblioteche private in tutta la regione delle Madonie e oltre, dove i cittadini possano mettere a disposizione i loro libri per la comunità.

I libri sono divisi per soggetti, tra cui letteratura, storia, letteratura di viaggio, scienze naturali, storia della Sicilia, letteratura per bambini e ragazzi e letteratura e saggistica in inglese. Ad oggi, la maggior parte dei prestiti è stata effettuata da donne e giovani tra i 30 e i 45 anni, tra cui insegnanti, casalinghe e professionisti.

Carola ha combinato la praticità del web con la condivisione dei titoli dei libri disponibili tramite Facebook, ma allo stesso tempo ha aperto la sua casa ai lettori, che possono diventare ospiti anche solo per un caffè. La consegna e la restituzione dei libri avviene direttamente a casa di Carola o tramite una rete di solidarietà e condivisione. L’iniziativa ha ricevuto il patrocinio del comune di Gangi e il plauso del sindaco Giuseppe Ferrarello.

Chi è interessato a prestare un libro può farne richiesta tramite la pagina Facebook “Biblioteca Privata Santa Maria” o scrivendo a [email protected]. Il servizio di prestito è gratuito

WhatsApp
Telegram

Concorso docenti 2024/25, bando a novembre: cosa studiare e come prepararsi. Corso di formazione, libro “Studio rapido” e simulatore per la prova scritta