La docente colpita con un pugno da un alunno: “Mi ha chiamato infame. Il sistema è al collasso, si salva la forma, ma non la sostanza”

WhatsApp
Telegram

Una docente di lettere, Luigia, in servizio presso un istituto superiore in provincia di Napoli, ha subito un violento assalto da parte di un’alunna. 

L’incidente in classe è stato l’apice di una serie di comportamenti pericolosi da parte dello studente, che aveva precedentemente tentato di appiccare il fuoco alla giacca della docente. Gli atti hanno sollevato interrogativi sulla capacità del sistema scolastico di gestire efficacemente studenti con problemi comportamentali complessi.

La situazione ha provocato un consiglio di classe straordinario e la sospensione temporanea dello studente, ma la docente si interroga sull’efficacia di queste misure.

In una lettera aperta, pubblicata da La Repubblica, l’insegnante, sottolinea la necessità di soluzioni più efficaci che vadano oltre la semplice sospensione o la riduzione dell’orario scolastico.

La docente, ancora scossa dall’incidente, ha scritto una lettera aperta per condividere la sua esperienza. Critica l’approccio superficiale della scuola nei confronti di studenti difficili, sottolineando che spesso si tende a “salvare la forma, piuttosto che la sostanza”. Invita chi parla di educazione a vivere la realtà delle aule, piuttosto che limitarsi a discussioni teoriche.

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri