La disobbedienza civile del docente: ultimo giorno di scuola senza mascherina. Poi regala agli studenti libro su Don Milani

WhatsApp
Telegram

“Termino la scuola disobbedendo all’ultima insensata norma di mantenere la mascherina a scuola anche nei cortili all’aperto in giugno dopo milioni di vaccini inoculati e di contagi avvenuti”, inizia così l’articolata lettera che il prof Silvano Caveggion, docente di Fisica dell’istituto Rossi di Vicenza e capofila di “Abbi Dubbi”, indirizzo al dirigente scolastico dell’istituto dove insegna in merito all’utilizzo della mascherina a scuola.

Come si legge su Vicenza Today, il docente, nell’ultimo giorno di scuola, ha regalato ai suoi studenti “L’obbedienza non è più una virtù”, una raccolta dei testi che documentano le vicende processuali che coinvolsero nel 1965 don Milani.

“L’elenco delle illogicità e ingiustizie è enorme, prima tra tutte il green pass”, scrive Caveggion nella sua missiva. Parla nello specifico delle misure differenziate “in funzione dello stato vaccinale” e l’obbligo della mascherina a scuola.

Insieme alla lettera Caveggion ha consegnato al preside anche un elenco di punti che riassumono i provvedimenti, le circolari e i decreti definiti poco efficaci e contraddittori che hanno scandito due anni di pandemia a scuola “luogo del discernimento e non dell’obbedienza”.

WhatsApp
Telegram

A luglio, in tutta Italia, partecipa ai nuovi “Workshop formativi: pensare da dirigente scolastico” organizzati da Eurosofia