La dirigente più giovane d’Italia ai propri studenti: “Sapevi che ti muovi e mangi bene, studi meglio?”

Stampa

Con questo slogan è partita una lodevole iniziativa a favore degli studenti emiliani che sono chiusi in casa ormai da fine febbraio a causa del Coronavirus e che si dedicano ormai da tempo, anche in assenza degli obblighi giunti con il decreto scuola, alla didattica a distanza. Motore dell’iniziativa è Maria Luisa D’Onofrio, la dirigente scolastica dell’Istituto Comprensivo 2 Nord di Sassuolo, in provincia di Modena, che a settembre scorso definimmo in una nostra intervista

Motore dell’iniziativa è Maria Luisa D’Onofrio, la dirigente scolastica dell’Istituto Comprensivo 2 Nord di Sassuolo, in provincia di Modena, che a settembre scorso definimmo in una nostra intervista la dirigente più giovane d’Italia. “Grazie al contributo di LSH Sbrl, una società benefit sassolese inserita all’interno del prestigioso tecnopolo di Mirandola che formula e produce innovativi integratori alimentari con il marchio LS Nutraceutici – ci spiega la D’Onofrio – è stata attivata la Rubrica online dal titolo “Sapevi che “Se ti muovi e mangi bene, studi meglio!”. Ma perchè questa iniziativa? “Ritengo che l’alleanza con i soggetti economico-sociali, le imprese e le comunità professionali presenti sul territorio dov’è ubicata l’istituzione scolastica – spiega la dirigente – renda più efficace la formazione dei nostri studenti ed è una strada essenziale per preparare le nuove generazioni ad affrontare la società che è sempre più fluida e dinamica”.

L’iniziativa, che ha coinvolto la scuola emiliana rientra all’interno di un piano di intervento aziendale, che già prevede azioni di supporto a un giovane talento della danza del 2003 che studia nella prestigiosa Accademia di danza Vaganova di San Pietroburgo, e di aiuto all’associazione benefica “Porta Aperta” con aiuti a chi vive in situazione di disagio sociale ed economico e all’associazione di Sassuolo “L’ora del Noi”, anch’essa operativa nel sociale. “Quando la dirigente scolastica D’Onofrio mi ha prospettato la possibilità di sostenere questo progetto non ci ho pensato due volte e ho accettato con grande entusiasmo”, spiega Lapo Secciani, Amministratore Unico e socio fondatore dell’impresa. Il ruolo dell’imprenditore, prosegue, “è quello di essere utile alla comunità nella quale è inserita la propria impresa, soprattutto in momenti come quelli che stiamo vivendo. Credo che sempre più si debba rafforzare la collaborazione tra il mondo della scuola e quello dell’impresa e ben vengano progetti come questo”.

Il progetto, precisa la dirigente D’Onofrio, “si propone di offrire ai nostri studenti uno spazio online dove si tratterà di alimentazione e sport, un binomio imprescindibile per condurre un corretto stile di vita nel periodo di emergenza sanitaria Covid-19 e per concentrarsi al meglio durante le attività di didattica a distanza”, perché il ruolo della scuola non è solo trasmettere contenuti disciplinari, abilità e capacità cognitive, ma anche distribuire benessere ai nostri studenti ed alle loro famiglie”. Sul sito web d’Istituto, all’interno della sezione dedicata al progetto verranno caricati i video realizzati dai tre esperti: Alexander Serra, con laurea in scienze motorie, personal trainer , allenatore di atletica leggera ed ex atleta ventottenne, Giulia Vettor, atleta di livello nazionale per la società Cus Parma, istruttrice della polisportiva Castelfranco Emilia e docente di scuola primaria, Sara Creola, biologa nutrizionista, una laurea triennale in Scienze Biologiche e una magistrale in Biologia presso l’università di Modenabiologa nutrizionista. “La rubrica sarà in continuo aggiornamento – conclude la preside, arrivata a settembre da Gesualdo, in provincia di Avellino – e nel corso delle settimane verranno messi a disposizione per i nostri studenti consigli alimentari, proposte di attività motorie e moltissime risorse utili in questo periodo di maggiore sedentarietà legata all’emergenza Covid-19”

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur