La didattica a distanza potenzia le competenze di cittadinanza. Lettera

Stampa
ex

inviata da Marilena Maoddi – Insegno matematica in un Istituto tecnico superiore di Nuoro, da circa sei anni le mie classi interagiscono con me anche attraverso la piattaforma Edmodo.

In piattaforma provvedo a caricare le mie videolezioni, le esercitazioni guidate, assegno i compiti, anche sotto forma di quiz e tanto altro.

Ho sperimentato la Flipped classeroom, riscuotendo il gradimento degli studenti e delle studentesse, ma soprattutto mettendo gli stessi alunni e me stessa in condizioni di provare il piacere-dovere di conoscere, di confrontarsi e di saper applicare in un’ ottica interdisciplinare

Potrei fare un elenco di quante competenze si acquisiscono lavorando in questo modo, da quelle strettamente matemiche a quelle digitali, senza dimenticare quelle ancora più importanti che sono le competenze di cittadinanza.

Su queste ultime vorrei tanto insistere, perché i nostri alunni e le nostre alunne stanno dimostrando oggi un senso civico che trova concretezza nella loro presenza anche se virtuale in piattaforma, nell’ organizzarsi in gruppi di studio collaborando e aiutandosi tra loro, nelle loro domande poste forse anche in orari inimmaginabili, ma a me sempre gradite.

Mai avrei pensato, mio malgrado, di sperimentare modelli di comportamento più significativi di questi.

Non voglio entrare in polemiche del tutto anacronistiche a mio parere, relative all’ obbligatorietà o meno dell’ attivarsi con la didattica a distanza, si sappia che il PNSD dovrebbe essere realtà da tempo, gli orari degli insegnanti poi, già da tempi non sospetti, risulta impossibile quantificarli.

Si utilizzino pure le modalità e le piattaforme che più rispondono ai gusti dei docenti o delle scuole, ma si faccia sentire la nostra presenza, non assillante mi raccomando, ai nostri cari ragazzi e ragazze, facciamo arrivare la nostra voce, mostriamo anche il nostro viso, molto stanco sicuramente, ma sorridendo magari si potrebbe fare in modo di migliorare anche il nostro aspetto, il nostro spirito e anche quello degli interlocutori.

Buona didattica a distanza a tutti, nell’ auspicio che quanto stiamo vivendo riavvicini tutti.

Stampa

Come fare educazione civica Digitale: dagli ambienti digitali alle fake news, dal Sexting alla netiquette. Corso con iscrizione e fruizione gratuite