Argomenti Didattica

Tutti gli argomenti

La creatività e un concorso per il logo della scuola: un regolamento per far diventare protagonisti gli alunni

WhatsApp
Telegram

La creazione di qualcosa è certamente ciò che più d’ogni altra esperienza rende unica la permanenza dei nostri alunni nella scuola. Qualunque sia l’ordine e il grado di frequenza. Tanto più questa creatività vitalizza la presenza dei nostri alunni nelle rispettive scuole, tanto più diventa entusiasmante il percorso di crescita dei nostri allievi. Un’esperienza unica, ad esempio, è, come la narrazione testimonia, la creazione del logo della scuola. Importante perché finalizzato a definire l’identità del luogo che si vive in una sinergia di caratterizzazioni che solo gli alunni possono, meglio di DS e docenti, nonché meglio del personale ATA, vedere, notare e vivere. Ma ogni buona esperienza va progetta e, lo affermiamo spesso da questa testata, regolamentato. Testimonianza autorevole è quella rappresentata dal Regolamento voluto dal dirigente scolastico Prof. Giuseppe Sangeniti per il “Concorso per il logo della scuola”.

Attraverso la fantasia e la creatività, i ragazzi potranno diventare protagonisti e vedere il proprio logo sul sito dell’Istituto

L’Istituto Comprensivo “Antonio Pagano” di Nicotera (VV) ha promosso il concorso “Un logo per la mia scuola” per la creazione del marchio distintivo dell’istituto. “Attraverso la fantasia e la creatività, i ragazzi potranno diventare protagonisti e vedere il proprio logo sul sito dell’Istituto” si legge nel regolamento approvato dal CdI. Il concorso dovrebbe, comunque e sempre, rivolto a tutte le classi della. Gli elaborati potranno essere presentati dall’intera classe o dai singoli alunni e dovranno avere come riferimento il “vecchio” logo, non più utilizzato ormai da anni, in quanto risalente al periodo in cui la scuola si configurava come circolo didattico. I docenti potranno decidere come gestire la fase creativa e di selezione.

Creazione di un elaborato grafico, utilizzando la tecnica preferita

La partecipazione al concorso – si legge nell’apposito regolamento predisposto e in uso nell’Istituto Comprensivo “Antonio Pagano” di Nicotera (VV) – prevede la creazione di un elaborato grafico, utilizzando la tecnica preferita: disegno con pastelli, pennarelli, pastelli a cera, tempera, in bianco e nero, collage, tecniche miste.

Le caratteristiche del logo

Il logo:

  • dovrà essere originale e unico nel suo genere;
  • dovrà essere a colori e/o in bianco e nero e avere caratteristiche tali da poter essere rimpicciolito od ingrandito senza perdere di forza comunicativa. I colori dovranno essere saturi e i contorni ben definiti.
  • potrà contenere un disegno, un simbolo o altra forma grafica, a scelta del concorrente.

Criteri di valutazione degli elaborati

Quali sono i criteri di valutazione degli elaborati? Ecco quelli predisposti dall’Istituto Comprensivo “Antonio Pagano” di Nicotera (VV) diretto brillantemente dal dirigente scolasticoProf. Giuseppe Sangeniti ha promosso il concorso “Un logo per la mia scuola”:

  • Originalità dell’idea progettuale e artistica.
  • Valore estetico ed artistico
  • Dimensioni tali da poter essere ridotto senza perdere visibilità, realizzabilità e riproducibilità del logo.

Proclamazione del vincitore

Un solo elaborato risulterà vincitore con motivazione espressa dalla commissione esaminatrice. Verranno altresì riconosciuti anche un secondo e un terzo posto. Sarà data comunicazione degli esiti con pubblicazione sul sito web della scuola.

Premi e modalità di espressione della creatività

Non è necessario che siano conferiti premi in denaro, sottolinea l’Istituto Comprensivo “Antonio Pagano” di Nicotera (VV) nel regolamento del concorso “Un logo per la mia scuola”. È necessario, invece, invitare i partecipanti ad esprimere la loro creatività e il loro genio artistico a beneficio dell’Istituto del quale si fa parte. La scuola diventa, in ragione del concorso, come in ogni procedura selettiva di questo tipo, diventa proprietaria del logo stesso. I primi tre classificati potranno ricevere (e bene che ciò accada) comunque premi, consistenti in materiale didattico. Le premiazioni saranno tenute nella manifestazione che si potrebbe (o si dovrebbe) tenere alla fine dell’anno scolastico e nella quale verranno esposti tutti gli elaborati presentati al concorso.

Regolamento – educare alla creatività e un logo_ISTITUTO

WhatsApp
Telegram

Adempimenti dei Dirigenti scolastici per l’avvio del nuovo anno scolastico: scarica o acquista il nuovo numero della rivista per Dirigenti, vicepresidi, collaboratori del DS e figure di staff