La Commissione Europea lancia il progetto della “Laurea Europea”: verso un futuro di mobilità e competitività

WhatsApp
Telegram

La Commissione Europea ha presentato oggi tre iniziative volte a creare, nel tempo, una vera e propria “Laurea Europea”. L’obiettivo, si legge in una nota, è di aumentare la mobilità degli studenti all’interno dell’UE, migliorare l’incontro tra domanda e offerta di lavoro e attrarre studenti da tutto il mondo.

Un progetto ambizioso, nel rispetto delle competenze nazionali

Le proposte, che si inseriscono nel rispetto delle competenze degli Stati membri in materia di istruzione, si compongono di:

  • Una comunicazione sul progetto di “Laurea Europea”: delinea due possibili percorsi per la sua realizzazione. Il primo prevede l’assegnazione di un “bollino” europeo a programmi di laurea congiunti che rispondono a criteri comuni stabiliti a livello Ue. In questo caso, agli studenti verrebbe rilasciato, oltre alla laurea nazionale, un certificato con il bollino europeo. Il secondo percorso prevede l’istituzione di una vera e propria “Laurea Europea”, basata su criteri comuni e recepita nelle legislazioni nazionali. Tale laurea potrebbe essere rilasciata congiuntamente da università di diversi paesi Ue oppure da un’entità europea creata ad hoc. In entrambi i casi, la laurea sarebbe automaticamente riconosciuta in tutta l’Unione Europea.
  • Due proposte di raccomandazione del Consiglio: la prima mira a migliorare i processi di garanzia della qualità dell’insegnamento e il riconoscimento automatico delle qualifiche accademiche; la seconda intende rendere le carriere accademiche più attrattive.

Verso una maggiore mobilità e competitività

La Commissaria europea per l’Istruzione, la Cultura, la Gioventù e lo Sport, Mariya Gabriel, ha commentato: “Con queste proposte, gettiamo le basi per una vera e propria “Laurea Europea” che renderà i nostri sistemi di istruzione superiore più competitivi e aperti a livello internazionale. I nostri studenti avranno maggiori opportunità di studiare e lavorare in tutta Europa, le loro competenze saranno meglio riconosciute e saranno più competitivi sul mercato del lavoro”.

Un percorso graduale con il supporto di Erasmus+

Per accompagnare il processo di implementazione della “Laurea Europea”, la Commissione istituirà nel 2025 una struttura ad hoc, lo “European Degree Policy Lab”, sostenuto dal programma Erasmus+. Lo scopo del Lab sarà di lavorare con gli Stati membri e le università per sviluppare linee guida e facilitare la condivisione di best practices.

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri