Doveri dei genitori e impegni dei docenti: un esempio di vademecum

WhatsApp
Telegram

Qual è il migliore elemento da considerare a garanzia di un più adeguato rendimento scolastico del nostro alunno? Non è lo status socioeconomico, né quanto sia prestigiosa la scuola che un bambino frequenta. La migliore garanzia del successo degli studenti è la misura in cui le famiglie incoraggiano l’apprendimento a casa e si coinvolgono nell’istruzione dei loro figli. Quando i genitori sono coinvolti nella vita scolastica dei loro figli, gli studenti hanno il supporto domestico e le conoscenze di cui hanno bisogno non solo per portare a termine i loro compiti, ma anche per sviluppare un amore permanente per l’apprendimento. Più genitori sono coinvolti nell’istruzione dei loro figli, migliori diventano la motivazione, il comportamento e il conseguimento delle competenze dell’intera classe. Incoraggiare il coinvolgimento dei genitori è qualcosa di più della comune cortesia. È uno dei modi migliori per creare un ambiente di apprendimento positivo per ogni studente. Per creare una comunità basata sulle relazioni genitori-insegnanti nella tua scuola, bisogna maggiormente coinvolgere i genitori e alimentare tale coinvolgimento. Per queste ragioni ogni scuola, vedi per esempio l’eccellente Istituto Comprensivo 5 “Eugenio Montale” di Napoli, dovrebbe non solo puntare al massimo coinvolgimento dei genitori ma anche a creare strumenti finalizzati a rendere più proficua l’interrelazione tra essi e l’istituzione scolastica.

Informazioni organizzative

I Genitori che desiderino un colloquio personale – a tal proposito si ritiene di dovere segnalare l’ottimo strumento messo a disposizione dall’Istituto Comprensivo 5 “Eugenio Montale” di Napoli – possono chiedere un appuntamento da concordare con gli insegnanti. Non sono consentiti colloqui durante l’orario scolastico. Oltre ai Consigli di classe, interclasse, intersezione, con la presenza dei rappresentanti di classe/sezione sono previste:

  • assemblee con i genitori durante l’anno scolastico;
  • incontri sull’andamento delle attività educative;
  • informazione quadrimestrale e finale relativa alle schede di valutazione;
  • i genitori, quando ne ravvisino la necessità, possono riunirsi in assemblea, richiedendo preventivamente l’autorizzazione alla Dirigente.

Durante lo svolgimento delle attività didattiche non è previsto l’ingresso dei Genitori nella scuola e nelle aule salvo espliciti accordi con gli Insegnanti per motivi particolari. In caso di emergenza i Collaboratori Scolastici informeranno gli insegnanti facendo attendere i genitori nell’atrio.

Moduli da compilare

Per la delega al ritiro da parte di altri familiari e/o adulti di fiducia – si legge nel “Vademecum” dell’ Istituto Comprensivo 5 “Eugenio Montale” di Napoli, diretto con grandi capacità dirigenziali e manageriali, dal dirigente scolastico professoressa Paola Carnevale – deve essere compilata la delega prevista, nella quale possono essere indicati anche più nominativi. La delega dovrà essere recapitata all’insegnante di classe. La delega ha validità quinquennale/triennale, ossia per tutta la durata del percorso scolastico della Scuola secondaria primo Grado/Primaria/dell’Infanzia. L’insegnante è tenuto a conservare agli atti la delega del genitore per tutto l’anno scolastico e per quelli successivi. Le famiglie di alunni di scuola primaria non potranno autorizzare i figli ad uscire da soli dalla scuola. Nell’interesse primario dei minori, è indispensabile che le famiglie collaborino con la scuola rispettando gli orari di ingresso e di uscita e soprattutto provvedendo a riprendere in consegna i propri figli al termine delle lezioni. Se occasionalmente, per cause improvvise e impreviste, il genitore si trova impossibilitato a ritirare da scuola il proprio figlio all’orario di uscita è opportuno che contatti per telefono la scuola con urgenza, al fine di assicurare un’adeguata vigilanza sul minore. Nel caso in cui al termine delle lezioni non fosse presente il genitore ovvero suo delegato e la scuola non avesse ricevuto alcuna comunicazione dalla famiglia, l’istituzione scolastica provvederà a rintracciare per telefono i familiari e, se il caso, a contattare l’autorità di pubblica sicurezza per l’affidamento dello stesso. Non è consentito chiedere ai collaboratori scolastici di consegnare merende e altro materiale durante l’orario delle attività didattiche. Non è ammesso l’uso del telefono cellulare durante l’orario delle lezioni e delle uscite/visite guidate.

Mensa scolastica

L’attività Mensa è da intendersi come momento pienamente educativo e opportunità formativa. Gli alunni della Scuola Primaria e della Scuola dell’Infanzia saranno esonerati dalla mensa scolastica solo in caso di comprovate patologie che prevedono menù personalizzati che non possono essere forniti dal servizio di refezione. Prima dell’inizio del servizio mensa i genitori devono far pervenire apposita comunicazione riguardante eventuali allergie e/o necessità di seguire diete particolari. Non è possibile portare il cibo da casa, se non in casi di comprovata impossibilità a usufruire del servizio di refezione (particolari patologie certificate). La scuola provvede alla rilevazione e comunicazione delle presenze degli alunni alla mensa al Comune. L’Amministrazione Comunale fornisce le informazioni sulle procedure da seguire per usufruire del servizio mensa o di altri servizi collegati (tabelle dietetiche, variazioni autorizzate al menù del giorno…) pubblicati anche sul sito scolastico. Per inviare suggerimenti, per segnalare disservizi, per fare reclami e per qualsiasi altra comunicazione, le famiglie, i genitori rappresentanti di classe o di sezione e gli operatori scolastici possono richiedere un eventuale incontro con il responsabile della ditta di ristorazione, attraverso l’istituzione scolastica.

Forme di collaborazione con la scuola

La Componente Genitori è chiamata a:

  • collaborare con gli Insegnanti affinché l’azione educativa sia concorde ed efficace;
  • curare i rapporti con la Scuola, partecipando alle riunioni degli Organi Collegiali ed alle Assemblee di Classe;
  • intervenire nella fase di Progettazione delle Attività Scolastiche, nel rispetto della normativa vigente, in qualità di “esperti” in particolari settori, su richiesta degli insegnanti;
  • collaborare al fine di non causare rischi e pericoli nella circolazione stradale nei momenti di ingresso e di uscita degli alunni dei Plessi di Scuola Primaria.

Gli impegni dei docenti

La Componente Docenti – si legge nel “Vademecum” dell’ Istituto Comprensivo 5 “Eugenio Montale” di Napoli, che si allega come esempio di eccellente strumento regolamentare e organizzativo – è impegnata a:

  • arricchire l’Offerta Formativa;
  • informare regolarmente le famiglie delle attività programmate, del funzionamento della scuola, dei risultati scolastici nell’ambito degli incontri previsti.

Doveri dei genitori

I Genitori hanno il dovere di:

  • controllare che l’alunno frequenti regolarmente la Scuola ed adempia a tutti i doveri scolastici;
  • curare che l’alunno si presenti a Scuola con l’occorrente per le attività che vi si svolgono;
  • curare l’igiene personale e l’abbigliamento dell’alunno (che deve essere appropriato e funzionale allo svolgimento delle attività);
  • giustificare le assenze nei modi previsti: assenza per malattia oltre i 5 giorni con certificato medico, assenza per motivi familiari con la comunicazione preventiva;
  • rispettare la massima puntualità all’entrata e all’uscita della scuola;
  • concordare con gli insegnanti le modalità per ricevere i compiti, in caso di assenza del figlio;
  • controllare che l’alunno non porti a scuola giochi elettronici o altri strumenti/giocattoli che possano recare disturbo allo svolgimento delle attività/lezioni.

Norme Sanitarie

Qualsiasi atto medico, ad eccezione dei casi di effettiva urgenza e degli screening previsti dal Programma di prevenzione, trattandosi di minori, richiede il consenso informato dei Genitori o dei tutori legali. Il compito del servizio di Assistenza Sanitaria è di carattere preventivo ed educativo. Una corretta educazione sanitaria potrà essere conseguita con la collaborazione di tutte le componenti scolastiche (Genitori, Docenti, Personale ausiliario, Servizio Sanitario).

Alimenti

Non è ammesso a scuola il consumo collettivo di cibi casalinghi durante feste o altro.
Gli alimenti devono essere confezionati, recare la data di scadenza o essere prodotti da ditte note con riferimento sulle confezioni.

Igiene e prevenzione

Per salvaguardare la salute dei singoli e della collettività scolastica, la normativa prescrive che è vietato fumare negli uffici e locali destinati a ricevere il pubblico: nella Scuola quindi il fumo è proibito. Tale norma vale per chiunque sosti nei locali scolastici. Tutto il Personale è tenuto a farla rispettare. Il divieto di fumo è esteso in tutti i locali e nei giardini/cortili dei sei plessi scolastici, ivi compresi corridoi, atri, aule, aule speciali e laboratori, biblioteche, servizi igienici, spogliatoi e locali di servizio, palestre, refettori sala insegnanti, locali di riunione, direzione, segreteria e locali per servizi amministrativi. Si invitano i genitori e i familiari degli alunni a non fumare nei giardini e nei cortili delle scuole al momento dell’entrata e dell’uscita degli alunni, ovvero in ogni occasione scolastica quando siano presenti i minori. Si ricorda che la legge ha stabilito l’aggravamento della sanzione qualora la violazione sia commessa in presenza di una donna in evidente stato di gravidanza o in presenza di lattanti o bambini fino a dodici anni.

Malore o infortunio degli alunni

In caso di malore o di infortunio durante l’orario scolastico – si legge nel “Vademecum” dell’ Istituto Comprensivo 5 “Eugenio Montale” di Napoli, diretto con grandi capacità dirigenziali e manageriali, dal DS prof.ssa Paola Carnevale – saranno avvertiti al più presto i famigliari dell’alunno. Le famiglie sono pertanto tenute a fornire un recapito telefonico cui far riferimento in caso di malore o di infortunio, in modo da essere sempre reperibili. Nei casi in cui occorre un intervento medico urgente e i famigliari siano comunque irreperibili, occorre far riferimento alla più vicina struttura di pronto soccorso del S.S.N. mediante trasporto in ambulanza. In seguito a infortunio, i Docenti presentano tempestivamente dettagliata denuncia in Direzione. Ogni Plesso deve essere dotato di cassetta di primo soccorso e di defibrillatore

Farmaci a scuola

Gli Insegnanti e i collaboratori non sono autorizzati a somministrare farmaci di qualsiasi genere agli alunni. Nel caso di farmaci salvavita o indispensabili, in presenza di certificato del Medico ASL, i genitori devono riempire la modulistica predisposta.

Calendario scolastico

Con apposita circolare pubblicata sul sito dell’istituto, viene comunicato il calendario scolastico con l’indicazione delle date d’inizio e di fine delle lezioni nella Scuole Primaria e Secondaria di Primo Grado e delle attività educative nella Scuola dell’Infanzia; delle Festività nazionali e delle Sospensione delle lezioni e delle attività didattiche (vacanze natalizie e vacanze pasquali). Il calendario è consultabile sul sito della Scuola.

VADEMECUM-GENITORI

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur