La CGIL chiede un doppio canale per il futuro reclutamento

di redazione
ipsef

Durante l’incontro tra sindacati e MIUR sulla nuova formazione dei docenti la FLCGIL ha presentato una memoria nella quale si mettono in evidenza alcuni passaggi critici della bozza per il riordino della formazione inziale dei docenti.

Durante l’incontro tra sindacati e MIUR sulla nuova formazione dei docenti la FLCGIL ha presentato una memoria nella quale si mettono in evidenza alcuni passaggi critici della bozza per il riordino della formazione inziale dei docenti.

Vi elenchiamo i punti di criticità secondo il sindacato:

  • l’assenza di riferimenti alle modalità di reclutamento
  • la necessità di prevedere il rapido esaurimento delle graduatorie ad esaurimento
  • un’adeguata ripartizione delle assunzioni tra il vecchio ed il nuovo sistema di reclutamento
  • un canale di reclutamento a parte per chi conseguirà l’abilitazione attraverso i previsti percorsi abbreviati per l’abilitazione nella scuola primaria e dell’infanzia ed un accesso in soprannumero al Tirocinio Formativo Attivo per la scuola
    secondaria
  • non viene condivisa la scelta di differenziare la durata del percorso di laurea per l’insegnamento nella scuola dell’infanzia e primaria rispetto a quella, più lunga, definita per la scuola secondaria di primo e secondo grado: una scelta che rivela una diversa considerazione degli ordini di scuola e gradi di istruzione.

Tutto il memoriale

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione