La Camera di Commercio di Bari assegna 275mila euro per alternanza scuola-lavoro

di redazione
ipsef

item-thumbnail

La Camera di Commercio di Bari assegnerà 257mila euro, in forma di contributo/voucher, alle imprese baresi e della Bat che ospitano studenti in alternanza scuola lavoro e che intendono favorire la progettazione di percorsi “di qualità” (ad esempio, qualificazione dei tutor aziendali, adeguamento per la sicurezza e la salute sui luoghi di lavoro, sviluppo di strumenti per la valutazione dell’apprendimento).

Il bando, che fa parte del progetto “Orientamento al lavoro e alle professioni”, è stato presentato in occasione dell’Alternanza Day, l’iniziativa promossa da Unioncamere nazionale, con l’obiettivo di far incontrare scuole, imprese, associazioni imprenditoriali e mondo del non profit.

L’alternanza scuola lavoro può davvero fare la differenza, in un Paese in cui la disoccupazione giovanile viaggia intorno al 35,5% e diventare una vera e propria strategia educativa dove l’impresa e l’ente sono invitati ad assumere un ruolo complementare all’aula e al laboratorio scolastico nel percorso di istruzione degli studenti. Le Camere di Commercio sono direttamente coinvolte in quanto il Registro Nazionale per l’Alternanza Scuola-Lavoro è stato istituito presso i nostri enti, in coerenza con le nuove competenze che la legge di riforma ci ha attribuito in materia di orientamento al lavoro e alle professioni”.

Possono accedere al bando le imprese che hanno intrapreso percorsi di alternanza scuola-lavoro dal 01/07/2017 e fino al 31/12/2017 con studenti della scuola secondaria di secondo grado e dei centri di formazione professionale (CFP), sulla base di convenzioni stipulate tra istituto scolastico/CFP e soggetto ospitante.

Nell’#alternanzaday barese è stato anche presentato il premio “Storie di alternanza”, che ha l’obiettivo di valorizzare i racconti dei progetti d’alternanza scuola-lavoro ideati, elaborati e realizzati dagli studenti e dai tutor degli Istituti scolastici italiani di secondo grado.
Verranno premiati i migliori racconti audiovisivi realizzati.

Versione stampabile
anief anief voglioinsegnare