l’Italia al top con i premi europei eTwinning 2015. Boom di gemellaggi elettronici tra istituti europei

di redazione
ipsef

Consegnati a Bruxelles i premi *eTwinning* 2015, i gemellaggi elettronici fra istituti scolastici in Europa, che offreno agli insegnanti l’opportunità di connettersi, collaborare e condividere metodi didattici nella più grande comunità europea per l’apprendimento online. Sono otto le scuole italiane che hanno ottenuto il massimo riconoscimento di qualità.

Consegnati a Bruxelles i premi *eTwinning* 2015, i gemellaggi elettronici fra istituti scolastici in Europa, che offreno agli insegnanti l’opportunità di connettersi, collaborare e condividere metodi didattici nella più grande comunità europea per l’apprendimento online. Sono otto le scuole italiane che hanno ottenuto il massimo riconoscimento di qualità.

Un risultato che conferma *l’Italia fra le nazioni più premiate*, assieme a Francia e Spagna. La penisola è ben rappresentata, con premi al nord, centro e sud dello stivale, ma è la Lombardia la regione italiana più premiata, con tre scuole vincitrici.

Nelle categorie per fasce d’età il progetto della docente Laura Locatelli dell’ISIS "Oscar Romero" di Albino (Bergamo) ha vinto in quella compresa tra alunni di 16-19 anni. Tra le *categorie speciali* l’Italia si è aggiudicata ben quattro premi sui sette in palio: per i progetti in *lingua spagnola* il riconoscimento è andato alla classe di Maria Bellusci dell’Istituto Comprensivo "Silvio Pellico" di Vedano Olona (Varese); per la categoria *Marie Skłodowska Curie* ottiene il riconoscimento Vincenza Cozzucoli, del Comprensivo di Riva Ligure e San Lorenzo al Mare, Imperia (Scuola dell'Infanzia di Pietrabruna), mentre nella categoria dei progetti che coinvolgono una scuola di una nazione del *Partenariato Orientale*, primo classificato è il progetto fondato dal prof. Riccardo Ricceri del Comprensivo "F. Severi" di Arezzo (Plesso Primaria "A. Curina”). Tra i partner del progetto anche istituti scolastici di Azerbaijan, Armenia, Georgia, Moldova e Ucraina.

Altro primato italiano nei progetti in *lingua francese*, con tre docenti di tre istituti diversi di Aosta e provincia coinvolti nel gemellaggio vincitore: Costantino Soudaz, Istituzione Scolastica “Luigi Barone”, Assunta Fornataro, Istituzione Scolastica "Mont Rose A” e Chiara Borello, Istituzione Scolastica "Mont Emilius 1" di Nus in Valle d’Aosta, insieme a Lucia Damato del XV Istituto Comprensivo "P. Orsi" di Siracusa. Da segnalare anche due *secondi posti*: per Enrica Maragliano e Maria Ortica, del Liceo Classico "C. Colombo" di Genova, nella fascia d’età 16-19 anni e Isabella Zeli, del Liceo Statale di Scienze Umane "S. Anguissola", Cremona, Italia, fascia d'età 12-15 anni.

Le scuole vincitrici hanno lavorato su varie materie didattiche, dalla creazione di un magazine online per confrontare differenze e similarità culturali all’*educazione fisica, ma anche arte, letteratura e cittadinanza attiva*. Tutti gli istituti premiati (rispetto a innovazione pedagogica, integrazione nel curriculum, comunicazione e scambio fra scuole, uso delle tecnologie, risultati e documentazione) potranno seguire un *eTwinning camp* a Bruxelles, con giornate di formazione dedicate alla didattica innovativa e alle nuove tecnologie. *

**Cos’è eTwinning?*

/eTwinning è la comunità per le scuole che comprende oltre //*300 mila insegnanti registrati in 35 paesi.*//E’ finanziata dalla Commissione europea nell’ambito del Programma Erasmus+ ed è coordinata a Bruxelles dal consorzio. In Italia viene gestita da l'Unità Nazionale eTwinning, con sede a Firenze all'interno dell'Agenzia nazionale Erasmus+ di INDIRE – Istituto Nazionale di Documentazione, Innovazione e Ricerca educativa. L’azione sta registrato un significativo aumento nelle adesioni di docenti, arrivando oggi a circa *26.700 insegnanti italiani registrati* alla piattaforma (8.6% sul totale europeo), con oltre *11.000 progetti didattici realizzati*. Offre un’ampia gamma di possibilità per lo sviluppo professionale attraverso i Learning Event online, incentrati sulle competenze e l’uso della tecnologia con l’obiettivo di modernizzare i sistemi didattici, rendendoli più attraenti per i giovani d’oggi. Info – Sito nazionale: www.etwinning.it – Sito europeo: www.etwinning .net

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione