L’alunno si fa male durante l’ora di ed. motoria: il MIUR non deve pagare

di Patrizia Del Pidio
ipsef

Con la sentenza numero 11188 del 2015 la Corte di Cassazione  sancisce che il MIUR non ha responsabilità se un alunno di fa male durante l’ora di educazione motoria e quindi non è tenuto a pagare.

Con la sentenza numero 11188 del 2015 la Corte di Cassazione  sancisce che il MIUR non ha responsabilità se un alunno di fa male durante l’ora di educazione motoria e quindi non è tenuto a pagare.

Nello specifico l’alunno in questione si era fratturato un dito mentre, nell’ora di educazione motoria, si giocava a pallavolo. Questo tipo di incidenti, secondo i giudici della Cassazione, non possono essere previsti e quindi non ci può essere una prevenzione.

La sentenza della Corte d’Appello




L’incidente, avvenuto durante l’ora di educazione motoria, era occorso ad un’alunna mentre giocava a pallavolo procurando alla giovane la frattura della falange del mignolo. Vista la presenza di una polizza assicurativa contro gli infortuni stipulata dall’istituto scolastico la sentenza per il risarcimento dei danno, provocati dai giorni di invalidità della giovane avrebbe dovuto essere molto agevole poiché la polizza vedeva come unici beneficiari alunni e docenti ma non il MIUR.

La Corte di Appello di Napoli  ha sentenziato la responsabilità a titolo contrattuale del MIUR.

La sentenza della Cassazione

La Corte di Cassazione ha, però, ritenuto doveroso capovolgere la sentenza poiché, vista la presenza di danni minimi dovuti allo volgimento di un’attività sportiva e ritenendo che tali incidenti si possano prevenire soltanto esonerando tutti gli alunni dall’ora di educazione motoria. Secondo i giudici, infatti, in tali incidenti la responsabilità può essere attribuita al docente e, di conseguenza, al MIUR soltanto quando si configura la violazione del dovere di sorveglianza o qualora si consenta agli allievi di svolgere attività violente e/o pericolose.

Secondo i giudici della Cassazione neanche l’insegnante più scrupoloso potrebbe prevenire un incidente di questo genere.

Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione