ITP in seconda fascia a discapito dei colleghi di terza. Lettera

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Inviato da Daniele Coppolino – Giorni fa abbiamo assistito allo scippo delle cattedre scaturito dalle immissioni in ruolo conseguenti all’inserimento in gae dei docenti senza abilitazione e senza alcun servizio pregresso, a discapito dei docenti in seconda fascia.

Adesso (vedi nota Miur http://m.orizzontescuola.it/graduatorie-istituto-itp-ricorrenti-vanno-inseriti-ii-fascia-istruzioni-miur-anief-vittoria-anni-al-fianco/ ) assistiamo all’ennesima vergognosa azione nei confronti dei docenti precari con anni di servizio svolto, che si vedranno superati dai colleghi ricorrenti, e magari alcuni dei quali senza alcun giorno di servizio prestato.

Va bene e ben venga l’inserimento in seconda fascia dei docenti ITP perché il loro titolo è stato finalmente riconosciuto abilitante.
Sarebbe giusto però a questo punto che il Miur equiparasse i titoli di tutti i docenti ITP senza alcuna distinzione tra seconda e terza fascia, e provvedesse a rimborsare (2600€) a tutti coloro che per accedere alla seconda fascia hanno dovuto superare il Pas.
Assistiamo ormai quotidianamente a questa inqualificabile guerra tra poveri, dove il Miur non provvede in alcun modo a tutelare i docenti che vengono impiegati da diversi anni, in attesa della dovuta stabilizzazione.

È evidente che questa non è la strada giusta per mettere la parola fine alla questione precariato. Aspettiamo dunque dal Miur, come sempre, una risposta a questa ulteriore ingiustizia.

Versione stampabile
anief
soloformazione