ITP in II fascia, anche a Napoli licenziamenti. La nota dell’Ufficio Scolastico

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Saranno emanati entro il 28 ottobre i i relativi decreti di inserimento/depennamento dei candidati in II fascia delle graduatorie di istituto, inseriti con il diploma ITP in seguito alla nota Miur.

Come già hanno fatto l’USR Lombardia e Lazio, l’Ufficio Scolastico di Napoli cerca di mettere ordine negli inserimenti continui in II fascia.

Le indicazioni

Si procederà all’inserimento in GdI – II fascia, con apposizione di riserva, dei soli diplomati ITP che abbiano proposto ricorso al TAR Lazio (giudizi attualmente pendenti) per le finalità e nei termini della sentenza n.

9234/2017

Si potrà procedere all’inserimento dei soli diplomati ITP che abbiano proposto ricorso al TAR Lazio, come sopra chiarito, alla data di pubblicazione delle graduatorie d’istituto (22 settembre 2017) e che ne offrano prova.

Non si procederà all’inserimento dei diplomati ITP che, alla data di pubblicazione delle graduatorie d’istituto, abbiano proposto ricorso al giudice del lavoro o che abbiano proposto ricorso straordinario al Presidente della Repubblica (non essendo peraltro trascorso il termine di 120 giorni dalla pubblicazione del Bando di aggiornamento delle predette graduatorie D.M. 374 del 01.06.2017 – a riguardo il MIUR ha richiesto parere all’Avvocatura Generale dello Stato).

Da ultimo, non si procederà all’inserimento nelle graduatorie d’istituto dei diplomati ITP che non abbiano presentato tempestivamente domanda di inserimento (almeno) in III fascia alla scadenza prevista dal Bando (24 giugno 2017).

Ciò comporterà che le scuole dovranno rivedere il lavoro svolto finora ed eventualmente rescindere il contratto dei docenti che non si trovano nelle condizioni indicate dalla nota.

La circolare

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief voglioinsegnare