ITP. Elenco completo esuberi e assunzione precari: la ricetta della Gilda

di redazione
ipsef

Coordinamento ITP Gilda – Al termine delle audizioni parlamentari per le proposte su DDL di riforma del sistema nazionale di istruzione presso la VII Commissione Cultura constatiamo che la problematica del taglio di ore di insegnamento in laboratorio ed i conseguenti numerosi esuberi di personale docente per gli istituti tecnici e professionali è un tema che viene solo accennato senza essere realmente preso in esame, mentre si parla di laboratorio gestito con la collaborazione di altre istituzioni educative.

Coordinamento ITP Gilda – Al termine delle audizioni parlamentari per le proposte su DDL di riforma del sistema nazionale di istruzione presso la VII Commissione Cultura constatiamo che la problematica del taglio di ore di insegnamento in laboratorio ed i conseguenti numerosi esuberi di personale docente per gli istituti tecnici e professionali è un tema che viene solo accennato senza essere realmente preso in esame, mentre si parla di laboratorio gestito con la collaborazione di altre istituzioni educative.

Ancora una volta constatiamo che nel vivace dibattito che si sta sviluppando intorno ai lavori sul DDL scuola non si fa cenno alla problematica che riguarda migliaia di insegnanti delle materie di laboratorio che, come da noi denunciato in innumerevoli occasioni, si sono visti ridurre drasticamente le ore di insegnamento curricolare, senza che nessuno si sia preoccupato di analizzare come utilizzare tutte quelle figure professionali che fino ad ora erano state impiegate per la formazione tecnica e professionale degli studenti .

Eppure, come è risultato evidente anche dalla Consultazione La Buona Scuola, il tema del potenziamento delle ore di laboratorio è molto sentito non solo dai docenti. La nostra proposta con cui chiedevamo di ripristinare le ore di laboratorio, inspiegabilmente tagliate dalla precedente riforma, ha riscosso moltissimi consensi, tanto che nel documento conclusivo pubblicato dal MIUR focus151214_all1.pdf leggiamo:

Gli insegnanti di laboratorio che ruolo avranno in futuro?

Nell’anno scolastico 2014/2015 sono stati dichiarati in esubero 2.929 docenti ITP, a loro si unisce un numero consistente di docenti ITP precari, che secondo quanto leggiamo nel DDL scuola, non sembra abbiano molte possibilità di ottenere la stabilizzazione.

Si parla spesso del potenziamento delle attività di laboratorio ma non si vuole riconoscere che alcune tipologie di laboratorio sono state ingiustamente penalizzate dalla precedente riforma, senza un apparente motivo e senza prevedere valide alternative. Perché non sanare questa situazione in tempi brevi? Non costituisce uno spreco di risorse pubbliche il mancato utilizzo delle professionalità di tutti i docenti di laboratorio in esubero?

Da un’analisi sui dati riferiti agli organici per il corrente anno scolastico, sappiamo che gli esuberi tra gli ITP riguardano poche classi di concorso e basta soltanto soffermarsi sulla loro denominazione per capire che il modo per utilizzare le competenze di questi docenti in soprannumero ci sarebbe:

Gli esuberi più rilevanti riguardano:

  • Laboratorio di informatica Gestionale ,
  • Laboratorio di Elettronica,
  • Laboratorio di Fisica e Fisica applicata
  • Laboratorio Meccanico Tecnologico

Elenco completo degli esuberi ITP a.s. 2014/15

Possibile che proprio questi insegnamenti debbano essere sacrificati negli istituti tecnici e professionali? Non sono materie di indirizzo?

Chi insegna nei Tecnici e nei Professionali in classi numerose e con alunni spesso demotivati, sa che sarebbe molto utile potenziare e non ridurre le attività pratiche. Gli insegnanti Tecnico Pratici sono risorse disponibili, basta soltanto ripristinare i quadri orari delle attività di laboratorio così come erano organizzate prima della precedente riforma.

Le nostre richieste a decorrere dal prossimo anno scolastico

1. Ripristinare il monte ore degli insegnamenti di laboratorio in modo particolare per quelle materie che hanno una sola ora settimanale per classe nel biennio o nel triennio (VISTI I NUMERI DEGLI ESUBERI DI DOCENTI ITP IN SERVIZIO SI TRATTEREBBE DI UN’OPERAZIONE AD UN COSTO CHE RASENTA LO ZERO);

2. introdurre gli insegnamenti di laboratorio nel settore economico per le esercitazioni di Economia Aziendale, Informatica e Tecnologie dell’Informazione, utilizzando i docenti che precedentemente erano impegnati nei corsi sperimentali aboliti dalla Riforma Gelmini (ATTUALMENTE SONO ITP IN ESUBERO );

3. consentire la stabilizzazione degli ITP precari.

Il documento completo del Coordinamento ITP Gilda

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
voglioinsegnare