Italiani sempre più poveri, secondo la rilevazione Istat

di Giulia Boffa
ipsef

Red – Cresce la povertà in Italia: lo rileva l’Istat nel Rapporto sulla povertà in Italia.

Nel 2012 i poveri erano  9 milioni e 563mila, pari al 15,8% della popolazione (erano il 13,6% nel 2011), 4 milioni e 814mila sono considerati in povertà assoluta (i più poveri tra i poveri misurati sulla base di un paniere e servizi essenziali) pari all’8% della popolazione (5,7% nel 2011).

E’ il livello più alto mai registrato dal 2005, anno della prima rilevazione di questo tipo.

Red – Cresce la povertà in Italia: lo rileva l’Istat nel Rapporto sulla povertà in Italia.

Nel 2012 i poveri erano  9 milioni e 563mila, pari al 15,8% della popolazione (erano il 13,6% nel 2011), 4 milioni e 814mila sono considerati in povertà assoluta (i più poveri tra i poveri misurati sulla base di un paniere e servizi essenziali) pari all’8% della popolazione (5,7% nel 2011).

E’ il livello più alto mai registrato dal 2005, anno della prima rilevazione di questo tipo.

La cifra di guadagno per definire una famiglia di due componenti relativamente povera è pari a a 990,88 euro (circa 20 euro in meno di quella dell’anno precedente, -2%), mentee la povertà assoluta si valuta tenendo conto di una lista di beni e servizi utile a vivere dignitosamente.

 

Versione stampabile
anief anief
soloformazione