In Italia la media anagrafica dei docenti è 51 anni, ultimi in Europa

di Giulia Boffa
ipsef

Secondo l’"Annuario scienze società" 2015 di Observa, che riporta una tabella su dati Eurostat-Teaching staff, i docenti italiani che hanno meno di 40 anni nelle scuole secondarie di primo e secondo grado sono in Italia il 10,3%. Lo racconta il Corriere della Sera.

Secondo l’"Annuario scienze società" 2015 di Observa, che riporta una tabella su dati Eurostat-Teaching staff, i docenti italiani che hanno meno di 40 anni nelle scuole secondarie di primo e secondo grado sono in Italia il 10,3%. Lo racconta il Corriere della Sera.

Siamo gli ultimi in Europa:  Austria e Germania hanno una percentuale due volte e mezzo più alta di noi, Spagna e Francia il triplo abbondante, il Belgio il quadruplo, la Gran Bretagna il quintuplo.I docenti sotto  la quarantina sono il 12% alle elementari, il 13 alle medie, l’8 alle superiori.Sotto i 50 anni sono il 48% e sopra la sessantina sono l’11% alle elementari, il 13% alle superiori e il 15% alle medie.

Dal 1998 al 2009 l'età media dei maestri britannici e francesi è scesa dai 41 anni e mezzo a 40 e mezzo, i nostri sono invecchiati da 44,5 a 47,5. E dal 2009 a oggi questa età media è salita ancora fino a 53 anni e 3 mesi nella scuola primaria e addirittura a 54 in quella dell’infanzia.

Nel 2014,  il documento  sulla "Buona Scuola" conferma che l’età media degli insegnanti statali è di 51 anni e lo spiega così: "Un invecchiamento medio di quasi 6 anni, che è come dire che ogni anno l’età media si è andata innalzando di cinque-sei mesi.Nello stesso periodo delle riforme previdenziali la mancanza di concorsi, congelati per oltre un quinquennio, non consentiva di attingere a nuove leve più giovani e le chiamate dalle graduatorie ad esaurimento privilegiavano i precari più anziani". La cosa si ripeterà con le 150.000 immissioni in ruolo promesse da Renzi, che attingeranno ancora e si spera per l'ultima volta dalle attuali graduatorie ad esaurimento, chiuse dal 2007.

Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione