In Italia i laureati guadagnano sempre di meno

WhatsApp
Telegram

GB – Almalaurea ha analizzato la condizione occupazionale dei laureati nell’annuale rapporto e i dati non sono molto confortanti.  Ad un anno dalla laurea si guadagna intorno ai mille euro netti al mese, anche perché nel periodo che va dal 2008 al 2013 le retribuzioni reali sono diminuite di circa il 20 per cento.

GB – Almalaurea ha analizzato la condizione occupazionale dei laureati nell’annuale rapporto e i dati non sono molto confortanti.  Ad un anno dalla laurea si guadagna intorno ai mille euro netti al mese, anche perché nel periodo che va dal 2008 al 2013 le retribuzioni reali sono diminuite di circa il 20 per cento.

Il dato positivo è che a  cinque anni dalla laurea la situazione occupazionale tende a migliorare: si guadagnano  circa 1.400 euro netti al mese. Ma anche qui rispetto alle rilevazioni precedenti si segnala una  diminuzione dei guadagni: del 3% tra i triennali, del 5% per i magistrali, dell’11% tra i laureati a ciclo unico.

Altro dato interessante è che non tutti i manager in Italia sono laureati. Nel 2012 la quota di manager italiani laureati è meno della metà della media europea: i manager laureati in Europa (EU27) sono il 53% (nel 2010 erano il 44 per cento), mentre in Italia la percentuale risulta il 24% (era il 14,7 per cento).

I dati Eurostat segnalano che nel 2012 ben il 27,7% degli occupati italiani  classificati come manager aveva completato tutt’al più la scuola dell’obbligo, contro il 13,3% della media europea a 15 paesi, il 19,3% della Spagna  e il 5,2% della Germania.

In Italia i neolaureati guadagnano in media 10.000 euro in meno rispetto a francesi, tedeschi e inglesi

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur