In Italia cala il numero di lettori tra i giovanissimi e le donne

di Giulia Boffa
ipsef

GB – L’Istat ha pubblicato il  report "La produzione e la lettura di libri in Italia. Anni 2012 e 2013".

GB – L’Istat ha pubblicato il  report "La produzione e la lettura di libri in Italia. Anni 2012 e 2013".

I lettori in Italia sono calati passando dal 46% del 2012 al 43% del 2013. La diminuzione della quota di lettori ha interessato soprattutto gli uomini tra i 15 ed i 17 anni (dal 48,9% del 2012 al 39,4% del 2013) e le donne tra i 45 ed i 54 anni (dal 58,1% al 53,7%), ma, nel complesso, le differenze di genere nei livelli di lettura permangono invariate: le lettrici sono il 49,3% (51,9% nel 2012), contro il 36,4% dei lettori maschi (39,7% nel 2012).

 

Versione stampabile
anief anief
soloformazione