IT-Alert, martedì 19 settembre tocca ad altre tre regioni: alle 12 i residenti in Basilicata, Lombardia e Molise riceveranno sui propri cellulari un messaggio

WhatsApp
Telegram

L’allerta pubblica sta diventando sempre più digitale grazie a IT-Alert, il nuovo sistema di notifiche d’emergenza della Protezione Civile.

Iniziato lo scorso 28 giugno in Toscana, il sistema è stato progressivamente implementato in altre regioni italiane, come Sardegna, Sicilia, Calabria e Emilia Romagna. Dopo una breve pausa ad agosto, la sperimentazione ha ripreso con pieno vigore questo settembre.

IT-Alert è un’iniziativa senza precedenti per mantenere informata la popolazione in caso di emergenze o catastrofi imminenti. A differenza di altri sistemi, non necessita di un’app specifica. Il messaggio di allarme arriva direttamente come notifica sullo smartphone, accompagnato da un segnale acustico.

I messaggi di allerta sono già stati testati il 12 settembre in Campania, Friuli-Venezia Giulia e Marche; e il 14 settembre in Piemonte, Puglia e Umbria. Le prossime date includono Basilicata, Lombardia e Molise il 19 settembre, seguite da Lazio, Valle d’Aosta e Veneto il 21 settembre, e altre regioni a seguire.

In un’era digitale, la comunicazione rapida e affidabile è fondamentale, soprattutto in situazioni di emergenza. IT-Alert rappresenta un passo avanti significativo nella gestione delle emergenze, permettendo alle autorità di avvisare immediatamente i cittadini sui potenziali pericoli.

Il messaggio standard che ricevi è: “AVVISI DI EMERGENZA – Questo è un MESSAGGIO DI test del sistema di allarme pubblico italiano. Una volta operativo ti avviserà in caso di grave emergenza.” Per ulteriori informazioni, il sistema invita a visitare il sito ufficiale www.it-alert.it e compilare un questionario.

WhatsApp
Telegram

Prova orale concorso docenti secondaria 1° e 2° grado: come affrontarla in maniera efficace. III edizione, con esempi e UdA