Istruzione, prossimi 15 anni diminuisce la spesa ma farà crescere PIL del 2,4%

di Anselmo Penna
ipsef

Le tavole del DEF ci forniscono un quadro della spesa per l'istruzione, che sarà in calo, ma ci si aspetta una partecipazione all'aumento del PIL del 2,4%.

Le tavole del DEF ci forniscono un quadro della spesa per l'istruzione, che sarà in calo, ma ci si aspetta una partecipazione all'aumento del PIL del 2,4%.

Per i prossimi 5 anni, la spesa per l'istruzione passerà dal 3,7% al 3,5% del PIL nel 2020. Negli anni successivi, la spesa per istruzione in rapporto al PIL mostra un andamento gradualmente decrescente che si protrae per circa un quindicennio. A partire dal 2020 tale riduzione è essenzialmente trainata dal calo degli studenti indotto dalle dinamiche demografiche. Nel 2015 sarà del 3,4%, nel 2030 e 2035 sarà al 3,3% del PIL.

Il rapporto riprende a crescere leggermente nella parte finale del periodo di previsione, attestandosi attorno al 3,5 per cento nel 2060.

Di contro, l'istruzione parteciperà all'aumento del PIL. Aumento stimato al 2020 dello 0,3% che diventerà 0,6 nel 2025 e del 2,4 nel lungo periodo.

Versione stampabile
anief
soloformazione