Istruzione degli Adulti: il resoconto dell’informativa al MIUR

Di

CISL – Si è svolto al MIUR, nella mattinata di ieri, 4 giugno, un incontro di informativa relativamente agli “interventi e alle collaborazioni interistituzionali per il sostegno e lo sviluppo dell’istruzione degli adulti e l’integrazione linguistica e sociale degli immigrati, in linea con gli obiettivi delineati dalla nuova in materia di immigrazione, nel quadro del nuovo sistema di istruzione degli adulti”.

CISL – Si è svolto al MIUR, nella mattinata di ieri, 4 giugno, un incontro di informativa relativamente agli “interventi e alle collaborazioni interistituzionali per il sostegno e lo sviluppo dell’istruzione degli adulti e l’integrazione linguistica e sociale degli immigrati, in linea con gli obiettivi delineati dalla nuova in materia di immigrazione, nel quadro del nuovo sistema di istruzione degli adulti”.

Regolamento CPIA

Circa l’iter di approvazione del Regolamento di riorganizzazione dei CPIA, la bozza del provvedimento – avuto l’assenso del MEF e del Capo Dipartimento del MIUR – è pronta per essere inviata al Ministero dell’Economia per il formaleconcerto, prima di passare alla definitiva approvazione da parte del Consiglio dei Ministri.

L’avvio formale dei nuovi CPIA è previsto per l’a.s. 2013/14; si sta studiando, però, l’opportunità di far partire già nel prossimo anno scolastico alcune sperimentazioni.

L’Amministrazione, altresì, ha annunciato l’apertura di un confronto con le Organizzazioni Sindacali, finalizzato alla stesura di apposite “linee guida” per la concreta attuazione del Regolamento medesimo.

La Cisl Scuola, nel condividere la proposta di attivare le sperimentazioni, ha chiesto che le stesse – non limitate ai nuovi percorsi didattici – coinvolgano anche e soprattutto gli assetti organizzativi, riconoscendo pienamente l’autonomia dei CPIA.

L’Amministrazione si è impegnata a dare informazioni puntuali sugli sviluppi di questa innovazione sperimentale.

Rapporti e dati statistici IDA

A breve saranno disponibili sul sito dell’ANSAS i rapporti relativi agli anni scolastici 2008/09 e 2009/10.

I dati statistici dell’a.s. 2010/11, di cui è stata presentata una sintesi, evidenziano una sostanziale diminuzione dell’attività corsuale che si attesta a poco meno del 50%.

Da sottolineare il dato relativo all’anagrafe degli utenti, che risulta coerente con le indicazioni europee in quanto la percentuale relativa alla fascia di età 28-34 è tra le più alte.

Collaborazioni interistituzionali con il Ministero dell’Interno

L’Amministrazione ha fornito i dati relativi alla prima annualità (9.12.2010/9.12.2011). A fronte di 400.000 potenziali utenti si è registrata una richiesta di circa 90.000 unità, tradotta in 73.000 presenze ai test e 61.800 promossi.

Per la prima annualità, i CTP hanno avuto su base regionale risorse per un ammontare complessivo di 3 milioni di euro, liquidate direttamente ai CTP dal Ministero dell’Interno. Detto importo, sicuramente maggiore rispetto ai parametri concordati con il MIUR, riconosce esplicitamente la complessità dell’attività dei test.

A conferma di ciò, per la seconda annualità è stato abbassato da 40 a 30, con possibile deroga a 25, il numero di test per sessione; ciò implementa gli standard di costo e consente di offrire una risposta più frequente alla domanda.

Si ricorda che tale richiesta è stata avanzata esplicitamente dalla Cisl Scuola sin dall’inizio delle attività.

Finanziamenti FEI (Fondi Europei per l’Integrazione)

Nell’ambito della Programmazione 2007-2013, sono stati utilizzati dodici milioni di euro (dei 103 previsti per l’Azione 1) per finanziare piani regionali aventi come destinatari USR, CTP o altri soggetti accreditati dalle regioni che sottoscrivono partnership con i CTP medesimi, fermo restando che il rilascio del titolo è in capo a quest’ultimi.

Altri tre milioni di euro sono stati destinati a progetti territoriali. Il 60% di dette risorse è vincolato ad attività di formazione linguistica per stranieri (corsi di italiano per stranieri). Gli avvisi per le candidature, emanati dal Ministero dell’Interno, sono scaduti lo scorso 24 maggio. Ad oggi non si ha conoscenza della consistenza partecipativa.

Per i prossimi bandi, al fine di avere piena coscienza di queste opportunità finanziarie da parte di tutti i CTP, le Organizzazioni Sindacali hanno invitato l’Amministrazione a promuovere un capillare piano di informazione attraverso il sito istituzionale del MIUR ed hanno offerto anche l’opportunità ad implementare l’informazione tramite i propri siti e la rete diffusa delle RSU.

DPR 179/11: accordo di integrazione tra lo straniero e lo Stato

Il prossimo 10 giugno entra in vigore la nuova normativa che prevede (art. 10, dPR 179/11) la sottoscrizione di un accordo tra lo straniero e lo Stato italiano. In tale ambito si colloca l’impegno a sostenere una prova di accertamento della conoscenza della lingua italiana.

In tal senso il Ministero dell’Interno è impegnato a quantificare le risorse per sostenere le sessioni di prova e potenziare i corsi.

Portale Integrazione Emigranti

L’Amministrazione ha riferito che il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha attivato il portale www.integrazionemigranti.gov.it con lo scopo specifico di dare informazioni agli immigrati sui servizi e gli strumenti funzionali alla loro integrazione.

Apprendimento permanente

Su questa tematica, l’Amministrazione ha illustrato le ultime specifiche “risoluzioni europee”.

Back to school. Si riparte in sicurezza. Scopri i nuovi percorsi formativi di Eurosofia per sostenere la ripresa delle attività didattiche