Istituto”Virgilio”, Rutelli: ai tempi di mia figlia “c’era la stanza delle canne”

Stampa

Continuano a far discutere gli episodi accaduti al liceo Virgilio di Roma. Ai presunti episodi di spaccio,  di bombe carta lanciate in cortile, di video rubati con minorenni coinvolti, si aggiunge la testimonianza dell’ex sindaco di Roma, Francesco Rutelli.

Fatti accaduti al Virgilio di Roma, Fedeli: “preoccupanti”. Necessario prevenirli e sanzionarli

Rutelli, come riferisce l’Ansa, ha parlato dell’esperienza della figlia, risalente a 10 anni.

L’ex sindaco di Roma racconta che la figlia iscrittasi al liceo suddetto ha voluto cambiare istituto, perché durante un’occupazione era stata allestita una stanza in cui gli studenti fumavano gli spinelli.

Queste, come riportate dall’Ansa e come riferite al programma di La7 “Omnibus”, le parole di Rutelli:

C’era un’occupazione al liceo, nei primissimi giorni di scuola, mi disse che c’era ‘la stanza delle canne’, mi disse ‘Non mi piace’. Ha voluto andarsene e l’abbiamo iscritta in un’altra scuola“.

Stampa

Eurosofia organizza la III edizione di [email protected] Aiutiamo i giovani a progettare il loro futuro in modo consapevole