Iscrizioni scuola, a Milano è allarme per i licei classici. Difficoltà nella creazione delle prime classi. Un preside: “Bollato come elitario, modificare il curriculum”

WhatsApp
Telegram

Milano è testimone di un significativo calo di iscrizioni nei licei classici, un fenomeno che solleva interrogativi sulla percezione e sul valore attribuito a questo indirizzo di studi nella società contemporanea.

Mentre i dati definitivi saranno disponibili nei prossimi giorni, le stime preliminari indicano la perdita potenziale di una decina di classi prime in alcuni dei più noti licei classici della città, come segnala il Corriere della Sera.

Un dirigente scolastico riflette su un necessario riallineamento o su un’evoluzione del curriculum che includa aspetti giuridico-economici. La percezione del liceo classico come indirizzo “elitario” e meno pertinente alle esigenze del mondo del lavoro è un tema evidenziato anche da un’altra preside, che sottolinea l’importanza di lavorare sull’immagine di questa scelta educativa.

L’attenzione si sposta anche sulla composizione degli studenti, con una presenza minima di alunni italiani di seconda generazione, nonostante le potenzialità offerte. Un’altra preside invoca un dibattito serio sulla revisione del curriculum, suggerendo l’introduzione di discipline come la filologia, la glottologia e la grecistica per rendere il liceo classico più attraente e in linea con le esigenze attuali.

Mentre i licei classici affrontano questa sfida, il liceo socio-economico registra un boom di iscrizioni, segnando un interesse crescente per indirizzi ritenuti più in sintonia con le dinamiche economico-sociali attuali. L’overbooking segnalato in alcuni istituti evidenzia un cambiamento nelle preferenze degli studenti e delle famiglie.

Il fenomeno non è limitato ai soli licei classici. Alcuni licei scientifici e tecnici segnalano liste d’attesa, mentre gli indirizzi artistici come il Brera mantengono stabile il numero di iscrizioni. Questa varietà di risposte sottolinea l’importanza di una scelta educativa consapevole, basata su un’informazione corretta e su un orientamento che tenga conto delle inclinazioni e delle prospettive future degli studenti.

WhatsApp
Telegram

La Dirigenza scolastica, inizio anno scolastico: la guida operativa con tutte le novità 2024/25 con circolari e documenti pronti all’uso