Iscrizioni scuola 2024-25, al via dal 18 gennaio, c’è tempo fino al 10 febbraio: nota ministeriale con tutte le info [scarica PDF]

WhatsApp
Telegram

Le domande di iscrizione on line devono essere presentate dalle ore 8:00 del giorno 18 gennaio 2024 alle ore 20:00 del 10 febbraio 2024.

NOTA [PDF]

Per la prima volta gli utenti dovranno utilizzare la nuova piattaforma ministeriale, “Unica”.

L’invio in digitale vale per tutte le classi prime della scuola primaria, media e superiore, oltre che per i percorsi di istruzione e formazione professionale che vengono erogati in regime di sussidiarietà dagli istituti professionali e dai centri di formazione professionale accreditati dalle Regioni che, su base volontaria, aderiscono alla procedura telematica. L’adesione resta volontaria per gli istituti paritari. Nessuna novità anche stavolta per l’infanzia: qui la richiesta rimane cartacea.

Anche quest’anno sarà possibile avvalersi dell’App Io per seguire l’iter dell’iscrizione.

Due le grandi novità: la sperimentazione della nuova filiera tecnologico-professionale “4+2”, che comprende quattro anni di formazione secondaria seguiti da due anni in Its Academy. Il modello, attualmente in fase volontaria, vuole raggiungere mille istituti “quadriennali” incentivando l’apprendimento “on the job” e l’internazionalizzazione.

La seconda innovazione è l’introduzione del liceo del Made in Italy, previsto per settembre 2024. Il nuovo percorso formativo si concentrerà sulle scienze economiche e giuridiche, competenze imprenditoriali, la padronanza di almeno due lingue straniere e un rapporto stretto con le filiere produttive.

ALLEGATI 1 – LICEI

ALLEGATO 2 – ISTITUTI TECNICI

ALLEGATO 3 – ISTITUTO PROFESSIONALI

ALLEGATO A – SCHEDA DOMANDA DI ISCRIZIONE ALLA SCUOLA DELL’INFANZIA

ALLEGATO SCHEDA B – MODULO PER L’ESERCIZIO DEL DIRITTO DI SCEGLIERE SE AVVALERSI O NON AVVALERSI DELL’INSEGNAMENTO DELLA RELIGIONE CATTOLICA

ALLEGATO SCHEDA C – MODULO INTEGRATIVO PER LE SCELTE DEGLI ALUNNI CHE NON SI AVVALGONO DELL’INSEGNAMENTO DELLA RELIGIONE CATTOLICA

Come accedere

Se sei genitore o eserciti la responsabilità genitoriale su alunni o studenti da iscrivere, accedi a Unica con la tua identità digitale SPID, CIE, CNS o eIDAS.

L’iscrizione in 3 passi

1 – Compila la domanda

Al primo accesso ti verrà chiesto di confermare o completare i tuoi dati personali, quindi potrai iniziare a compilare la domanda di iscrizione. La domanda si compone di tre sezioni da compilare con i dati dell’alunno, della famiglia e di almeno una scuola, quella di prima scelta. Le scuole indicate come seconda e terza scelta saranno coinvolte, una dopo l’altra, solo nel caso in cui la prima non abbia disponibilità di posti per il nuovo anno scolastico.
Le sezioni della domanda possono essere compilate in tempi diversi e, quindi, se desideri fare una pausa, puoi salvare le informazioni inserite senza inoltrare la domanda.

2 – Inoltra la domanda

Visualizza l’anteprima della domanda per verificare la correttezza dei dati inseriti, quindi effettua l’inoltro. La domanda sarà inviata alla scuola che hai indicato come prima scelta. Riceverai un’email a conferma dell’invio della domanda. Fai attenzione: la domanda inoltrata non può essere modificata. Se devi fare delle modifiche contatta la scuola destinataria della domanda che potrà rimetterla a tua disposizione entro il termine delle iscrizioni.

3 – Segui l’iter della domanda

Puoi seguire l’iter della domanda dalla tua area riservata su Unica. Riceverai anche per email tutti gli aggiornamenti sullo stato della domanda fino alla conferma di accettazione.

Gli stati che può assumere la domanda sono i seguenti:

Inoltrata
Restituita alla famiglia
Accettata
Smistata ad altra scuola

Cosa devono fare le scuole

Prima delle iscrizioni, le scuole devono aggiornare le informazioni sul portale “Scuola in chiaro”. La redazione del modulo di iscrizione online avviene tramite il portale. Le domande di iscrizione sono accolte fino al raggiungimento del limite massimo di posti disponibili, definito in base a risorse e spazi disponibili.

In caso di richieste in eccedenza, le scuole definiscono criteri di precedenza nell’ammissione. La priorità può essere data agli alunni provenienti dalle scuole primarie dello stesso istituto comprensivo. Le scuole devono osservare le disposizioni sulla protezione dei dati personali nel predisporre il modulo di iscrizione. Le informazioni raccolte devono essere strettamente pertinenti alle finalità dell’iscrizione scolastica.

WhatsApp
Telegram

Concorso docenti 2024/25, bando a novembre: cosa studiare e come prepararsi. Webinar Eurosofia di presentazione il 26 luglio ore 17.00