Iscrizioni scuola 2023/24, indicazioni per gli alunni in affido o in adozione: documentazione, rispetto anonimato

WhatsApp
Telegram

Dalle ore 8 del 9 gennaio alle ore 20 del 30 gennaio 2023 sono aperte le iscrizioni all’anno scolastico 2023/24. Da ieri è possibile abilitarsi al servizio. Il Ministero ha pubblicato una guida, un video tutorial e delle FAQ utili nella fase di compilazione dell’istanza. Alcuni chiarimenti sull’iscrizione degli alunni in affido o in adozione arrivano dall’USR Lombardia.

L’USR spiega che le sezioni e le classi possono accogliere, e quindi includere, in qualsiasi momento dell’anno scolastico, allievi in affido familiare, in affido etero-familiare, in affido o adozione a rischio giuridico, in affido preadottivo e, infine, con pregresso adottivo. A questi alunni con bisogno educativo speciale dev’essere garantito il diritto allo studio.

Per affidamento “provvisorio” si indica la possibilità in capo al Tribunale per i Minorenni (TM) di affidare provvisoriamente ad una famiglia un minore per il quale sia stato aperto o concluso un procedimento per la dichiarazione di adottabilità.

Per le adozioni nazionali la nota ricorda che, se il minore è in affido “provvisorio” oppure è in affido preadottivo oppure ancora se risulta sotto la dicitura di “collocamento provvisorio”, mantiene i dati anagrafici originari pur risultando al domicilio degli adottanti.
Al fine di evitare qualsiasi rischio di tracciabilità del minore, per effettuare l’iscrizione la famiglia affidataria può recarsi direttamente presso l’istituzione scolastica prescelta, senza operare attraverso la piattaforma online.

Documentazione

Per le adozioni nazionali, nel caso di affido a fini adottivi, si suggerisce alle scuole di limitarsi a prendere visione non solo della documentazione rilasciata dal TM ma anche di tutti gli altri documenti necessari sia per l’iscrizione che per il trasferimento ad altra scuola. Nulla quindi dovrà essere trattenuto nel fascicolo personale del minore. Il Dirigente scolastico inserirà di conseguenza nel fascicolo del minore una dichiarazione in cui attesterà di aver preso visione della documentazione utile per l’iscrizione. La segreteria, quindi, agirà in moda tale che i nomi dei minori vengano trascritti nei registri di classe direttamente con i cognomi dei genitori adottanti evitando di far comparire in qualsivoglia documento il cognome di origine del minore.

Per quel che riguarda le certificazioni, quando si tratta di minori a rischio giuridico di adozione o in fase di affido preadottivo, la scheda di valutazione dovrà riportare il cognome degli adottanti. Il Dirigente si limiterà a dichiarare per iscritto che l’identità del minore corrisponde a quella effettiva.
Per gli allievi in affidamento familiare ed etero-familiare vale quanto scritto per l’adozione nazionale. Si rammenta altresì che, nel caso degli alunni in collocamento provvisorio “a rischio giuridico”, sarà necessario evitare l’esposizione nei luoghi pubblici (comprese le aule e i laboratori) di liste di nomi e cognomi dei minori.

Iscrizioni scuola 2023/24: domande dalle ore 8 del 9 gennaio alle 20 del 30 gennaio. NOTA e ALLEGATI

WhatsApp
Telegram

Diventa docente di sostegno, bando a breve: corso di preparazione, con simulatore per la preselettiva. 100 euro