Iscrizioni online, quali i compiti delle scuole? Il MIUR emana una nota di chiarimento

di redazione
ipsef

red – Il Ministero dell’istruzione ha emanato una nota esplicativa che riguarda i compiti delle scuole relativi all’iscrizione degli studenti tramite piattaforma online. Dovranno mettere a disposizione un ambiente dotato di PC e collegamento internet per le famiglie che lo richiederanno.

red – Il Ministero dell’istruzione ha emanato una nota esplicativa che riguarda i compiti delle scuole relativi all’iscrizione degli studenti tramite piattaforma online. Dovranno mettere a disposizione un ambiente dotato di PC e collegamento internet per le famiglie che lo richiederanno.

Appena giunto in redazione il comunicato del Ministero che annuncia già 59mila domande nella prima giornata di lavori per le iscrizioni e 400mila famiglie registrate. Contemporaneamente veniva pubblicato sul sito del MIUR una nota che dà alle scuole indicazioni su come comportarsi.

In questa fase del processo delle iscrizioni, ricordano dal Ministero, è fondamentale l supporto delle scuole che dovranno gestire sia le attività connesse al trattamento delle domande d’iscrizione on line (con la verifica puntuale dei contenuti e l’eventuale restituzione delle domande alle famiglie in caso di errori), sia provvedere, come lo scorso anno, ad effettuare le iscrizioni per conto di quelle famiglie che non dispongono della strumentazione informatica necessaria.

Per quanto riguarda il supporto alle famiglie, la nota distingue due casi:

1. la famiglia che dispone di computer e collegamento internet con posta elettronica. Se chiede alla scuola di poter essere seguita durante la compilazione della domanda on line, la scuola mette a disposizione della famiglia (in orari e giorni prestabiliti), un ambiente dotato di attrezzature tecnologiche adeguate (pc e collegamento ad internet) con la presenza di personale scolastico che fornirà assistenza nelle fasi in cui si necessita. In questo caso, il genitore può registrarsi a proprio nome al servizio delle “IscrizioniOnLine” e eseguire la procedura personalmente. Questo al fine di consentirgli di ricevere tutte le comunicazioni successive all’inoltro della domanda che il sistema trasmette in automatico all’indirizzo di posta elettronica comunicato in fase di registrazione (che non deve essere mai, perciò, quello della scuola stessa).

2. la famiglia che non dispone di un computer con accesso ad internet né di una casella di posta elettronica e chiede alla scuola la compilazione della domanda di iscrizione del proprio figlio. In questo caso, deve essere la scuola ad inserire i dati per conto della famiglia, dovrà accedere cliccando sul pulsante “Accedi” presente in www.iscrizioni.istruzione.it, con le stesse credenziali che utilizza per l’accesso al SIDI. Ciò significa che la scuola non deve effettuare alcuna registrazione (né per il genitore, né per se stessa).

Una particolare attenzione, dice la nota, va rivolta anche alla pubblicizzazione dei codici meccanografici delle scuole, necessari per compilare il modulo di iscrizione. Le scuole renderanno noti i codici meccanografici che sono anche disponibili in “Scuola in Chiaro”.

Scarica la nota in versione integrale

Lo speciale con i focus

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione