Iscrizioni in Puglia: calo demografico del 3% nella primaria

di redazione
ipsef

item-thumbnail

USR Puglia – A chiusura delle iscrizioni per l’anno scolastico 2019/2020, è possibile tirare le somme su quelle  che sono state le scelte degli studenti in Puglia per la Secondaria di secondo grado.

Secondo i dati disponibili, la percentuale di domande di iscrizioni inoltrate on line dalle famiglie in  autonomia o con l’intermediazione delle scuole, segue in Puglia, un andamento inverso rispetto al  trend nazionale. (ITALIA 30,89% con intermediazione delle scuole – 69,11% Autonomamente on
line) Infatti, il dato pugliese indica che solo il 39,14% ha iscritto i propri figli senza chiedere aiuto  alle scuole, mentre il 60,86% delle famiglie ha usufruito del supporto delle scuole.
A chiusura delle iscrizioni on line, sono pervenute nelle istituzioni della scuola primaria, secondaria di 1° grado e secondaria di 2° grado della regione puglia 102.216 domande. A tale numero vanno ancora aggiunte le iscrizioni cartacee, non ancora inserite a sistema. Il dato più significativo riguarda la percentuale, pari a circa 11% degli alunni in uscita della scuola secondaria di 1° grado, che ad oggi, non risultano ancora iscritti alla 1ª classe della scuola secondaria di 2° grado.

Anche quest’anno viene confermato un trend di crescita dei Licei, scelti dal 54,4% degli studenti pugliesi rispetto al 52,4% dello scorso anno, affermandosi in testa alle preferenza come a livello nazionale. Sui dati disponibili, in particolare, per i Licei scelti in Puglia, si evidenzia un aumento percentuale in quasi tutti gli indirizzi. Il Classico passa dal 7,2% dell’anno precedente al 7,4% e lo Scientifico (indirizzo tradizionale, opzione Scienze Applicate e sezione Sportivo) si conferma,
anche quest’anno, l’indirizzo con maggiori iscritti, attestandosi con un punto percentuale in più a 25,5% rispetto al 24,7% dell’anno precedente.

Nel dettaglio, si registra un lieve aumento in tutti e tre gli indirizzi: tradizionale, passato da 16,7% dello scorso anno al 16,9%, opzione Scienze Applicate, passato da 7,2% dello scorso anno al 7,6%, opzione Sportivo che passa dal 0,8% del 2018/2019 all’1% del 2019/2020.
Leggero calo per il Liceo Linguistico che scende all’8,3% rispetto all’8,6% dello scorso anno e per il Liceo Artistico che scende dal 3,2% al 3%.

Diversamente, la percentuale di iscrizioni per il Liceo delle Scienze Umane sale al 7,8% rispetto al 7,2% dell’a.s. 2018/2019, come per i Licei Musicali e Coreutici, 1,1% rispetto allo 0,9% dell’anno precedente e per il Liceo Europeo/Internazionale, 0,7% rispetto a 0,5% dell’a.s. 2018/2019.
I Licei quadriennali, dei vari indirizzi, registrano lo 0,6% delle preferenze.

Diversamente dal dato nazionale, gli Istituti Tecnici hanno una piccola flessione di tendenza negativa che attesta le scelte al 30,1%, rispetto al 30,8% dell’a.s. 2018/2019. Anche gli Istituti Professionali, registrano una maggiore diminuzione, rispetto agli anni precedenti, passando dal
16,8% al 14,5% per il prossimo anno scolastico, così come i corsi di Istruzione e Formazione Professionale (IeFP) che scendono da 2,8% delle preferenze all’1,0%.

Complessivamente la popolazione scolastica passa da 503.666 dell’anno scolastico 2018/2019 (primaria, secondaria di 1° grado e secondaria di 2° grado) a 496.709 per l’anno scolastico 2019/2020. Anche quest’anno, ormai com’è noto, il calo demografico incide per il 3% nella scuola
primaria e complessivamente dell’1% per ogni ordine e grado di scuola.

Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione