Iscrizioni. Appello ai Collegi Docenti: scegliamo il tempo pieno anche al sud

Stampa

Maria Pia Labita –  Care colleghe e cari colleghi,  il tempo scuola in Sicilia e in tutto il Meridione intero è assolutamente inadeguato ma soprattutto è quasi la metà rispetto alle scuole funzionanti al Nord.

Maria Pia Labita –  Care colleghe e cari colleghi,  il tempo scuola in Sicilia e in tutto il Meridione intero è assolutamente inadeguato ma soprattutto è quasi la metà rispetto alle scuole funzionanti al Nord.

Le nostre 27 ore alla scuola primaria rappresentano oltre il 32% in meno delle 40 ore del tempo pieno.

Questo non solo danneggia in maniera irreversibile e irrecuperabile i nostri alunni ma riduce le opportunità occupazionali nella scuola sia del personale docente che del personale ATA.

E si ritorna sempre al medesimo problema del Sud, del perché qui i posti non ci sono, del perché non si vuole scegliere la via del Tempo Pieno o, per iniziare, almeno delle 30 ore alla Primaria.

Solo NOI DOCENTI DI RUOLO possiamo farci promotori di una inversione di tendenza necessaria sia al  miglioramento dell’offerta formativa che della qualità del servizio, sia a dare risposte al GAP tra le scuole meridionali e quelle settentrionali sia a garantire un livello occupazionale più elevato.

Tocca a noi docenti, tutti ma in particolare a quelli di ruolo,riflettere sulla responsabilità di orientare le famiglie verso una riduzione del tempo scuola o verso un suo ampliamento.

Nel 2008, la pessima era Gelmini, ci siamo battuti per il mantenimento dell’assetto modulare, per la scelta delle 30 ore, per la scelta del Tempo Pieno alla primaria; per la scelta del Tempo Prolungato alla secondaria di 1° grado…..

Colleghi! Non possiamo arrenderci, non possiamo deporre le armi, armi della ragione, armi della consapevolezza, armi della responsabilità sociale e civile.

Non dobbiamo consentire, proprio noi docenti, che si continui a sacrificare la nostra Sicilia e il nostro Meridione. Il nostro silenzio e la nostra condiscendenza ci renderebbe responsabili di una perdita di posti di lavoro enorme.

Ebbene mie care….sì mie care perché siamo quasi tutte donne, mi rivolgo però anche agli uomini, forse è arrivato il momento di ricostituire la CATEGORIA, unita, forte, determinata, consapevole, e lottare su due fronti: UNO per il miglioramento della scuola e difendere il PIATTO dal quale mangiamo, UNO per difendere il posto di lavoro che abbiamo inseguito, atteso e avuto dopo TANTI…TROPPI anni e TROPPI CONCORSI dei quali non ci è stato riconosciuto alcun merito!

Tra non molto ci saranno le ISCRIZIONI, è il Collegio docenti che deve costruire una proposta, deve assumere la sovranità che gli spetta e deve sostenere la richiesta di un tempo scuola più ampio e disteso.

Tocca a noi, a tutte e a tutti noi. L’indifferenza non solo non è una virtù ma è una colpa grave. Contiamo su di voi, su di noi, su tutti quanti hanno a cuore la scuola e il futuro perché il futuro sono le giovani generazioni.
Grazie a tutte e a tutti

CPS Palermo
https://www.facebook.com/groups/157287436054/

 

Stampa

Concorsi ordinari docenti entro il 2021, anche DSGA. Preparati con CFIScuola!