Iscrizioni Aosta, Tar respinge ricorso contro spostamento alunni da una scuola a un’altra. Delibera comunale legittima

di redazione
ipsef

La delibera di una giunta comunale può cambiare la scuola di iscrizione, scelta  dai genitori, indirizzando gli allievi in un altro istituto. 

La delibera di una giunta comunale può cambiare la scuola di iscrizione, scelta  dai genitori, indirizzando gli allievi in un altro istituto. 

E' quanto stabilito dal TAR, che si espresso in seguito ad un ricorso proposto da un gruppo di genitori di Sarre, in Valle d'Aosta, i quali hanno iscritto i figli alla prima classe della scuola primaria di Chesallet e poi si sono visti cambiare la scuola di iscrizione, in seguito alla delibera del Comune che ha indirizzato gli allievi nelle altre due strutture del Paese.

In via cautelare, il TAR aveva ammesso le iscrizioni alla citata scuola, tuttavia erano giunte appena quattro richieste, per cui in seguito alla discussione di merito è stato respinto il ricorso dei suddetti genitori.

Il Tribunale ha, pertanto, considerata legittima la scelta del Comune anche perché si è evitata la formazione di una pluriclasse, considerato l'esiguo numero di iscritti.
 

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione