Iscrizioni alle classi prime. In quali casi è possibile il trattenimento alla scuola dell’infanzia di bambini con disabilità?

Di Lalla
WhatsApp
Telegram

red – Con Nota Prot. n. 2318/U dell’11 marzo 2013 l’USR Piemonte spiega la procedura da mettere in atto per la permanenza/trattenimento alla scuola dell’infanzia per bambini in condizione di disabilità certificata.

red – Con Nota Prot. n. 2318/U dell’11 marzo 2013 l’USR Piemonte spiega la procedura da mettere in atto per la permanenza/trattenimento alla scuola dell’infanzia per bambini in condizione di disabilità certificata.

La permanenza alla scuola dell’infanzia di bambini in età dell’obbligo scolastico richiede quattro diversi elementi, sostenuti da una progettualità condivisa tra scuola, famiglia e ASL:

1) richiesta motivata della famiglia;

2) certificazione (o parere tecnico) dell’ASL che segue il minore disabile in cui sia accertata la previsione di un vantaggio specifico, in termini di opportunità, nell’apprendimento e nello sviluppo del soggetto se trattenuto nella scuola dell’infanzia e – per contro – la perdita di opportunità in termini di apprendimento e di sviluppo nel caso di passaggio alla scuola primaria;

3) progetto specifico predisposto dai docenti della sezione della scuola con l’illustrazione dettagliata degli interventi didattico-pedagogici;

4) delibera del Collegio dei Docenti che approvi il progetto di permanenza, e valuti anche la stabilità del contesto scolastico, inteso come possibilità di mantenere un legame con il gruppo di appartenenza.

La nota

Lo speciale Iscrizioni

WhatsApp
Telegram

TFA sostegno IX ciclo. Segui un metodo vincente. Non perderti la lezione in sincrono a cura della Dott.ssa Evelina Chiocca sul Pei