Iscrizioni a.s. 2020/21, cosa fanno le scuole: redazione modello, richiesta informazioni e trattamento dati

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Iscrizioni alla scuola dell’infanzia e alle scuole di tutti i gradi di istruzione a.s. 2020/2021: cosa devono fare le scuole.

Iscrizioni a.s. 2020/21, domande dal 7 al 31 gennaio. Circolare Miur

Tempistica e modalità presentazione domande

Le domande di iscrizione, sia quelle online che quelle cartacee, vanno presentate dal 7 al 31 gennaio 2020.

Le iscrizioni online, nello specifico, vanno effettuate dalle ore 8:00 del 7 gennaio 2020 alle ore 20:00 del 31 gennaio 2020.

Cosa devono fare le scuole

Le istituzioni scolastiche, ai fini delle iscrizioni online, devono svolgere le attività di seguito indicate:

  • prima dell’ avvio delle iscrizioni, aggiornano le informazioni che le
    caratterizzano, attraverso la funzione SIDI “Scuola in chiaro” nell’ Area “Rilevazioni”;
  • curano la redazione del proprio modulo di iscrizione on line, attraverso l’apposita funzionalità disponibile in SIDI nell’area “Gestione Alunni”, percorso “Iscrizioni online” (il Miur ricorda che, riguardo al processo delle iscrizioni online – dalla personalizzazione del modello alla sua validazione e pubblicazione – viene fornita una dettagliata spiegazione attraverso la pubblicazione di una nota riassuntiva del processo stesso e l’aggiornamento della pagina dedicata sul portale SIDI, che contiene smart guide, FAQ e ogni utile materiale).

Il modulo di domanda è strutturato in due parti:

  1. una parte generale, uguale per tutte le scuole, contenente i dati anagrafici di alunni/studenti;
  2. un’altra parte che ogni scuola può personalizzare con la richiesta di informazioni specifiche, attinte da un elenco di voci predefinite o anche aggiunte dalla scuola.

Un volta predisposto, il modulo domanda viene reso disponibile ai genitori e agli esercenti la responsabilità genitoriale attraverso l’applicazione internet
“Iscrizioni on line”, cui si può accedere direttamente dal sito dedicato.

Integrazione modulo domanda

In caso di integrazione del modulo di iscrizione con la richiesta di ulteriori informazioni, al fine fornire ad alunni e studenti ulteriori servizi in base al proprio PTOF e alle risorse disponibili, il Miur raccomanda l’osservanza delle disposizioni del Codice, con particolare riferimento agli articoli 2 sexies e 2 octies e del Regolamento (UE) 2016/679 del Parlamento europeo e del Consiglio del 27 aprile 2016 sulla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali, nonché alla libera circolazione di tali dati e, in particolare, gli articoli 9 e 10 relativi al trattamento di particolari categorie di dati personali effettuato nell’ambito delle predette operazioni.

La scrupolosa osservanza della normativa citata è chiesta dal Miur in considerazione del fatto che i dati personali raccolti e successivamente
trattati si riferiscono prevalentemente a soggetti minori di età.

Le ulteriori informazioni richieste dalle scuole, evidenzia il Ministero, devono essere strettamente pertinenti e non eccedenti rispetto alle finalità per le quali sono trattate anche collegate agli obiettivi inseriti nel PTOF (cfr. art. 5, par. 1, lett.c) del Regolamento (UE) 2016/679).

Sono pertinenti e non eccedenti le informazioni effettivamente attinenti e
legate alla finalità dell’iscrizione scolastica, posto che tale finalità non possa essere raggiunta con l’uso dei dati personali già raccolti dalla scuola.

Non sono invece pertinenti e sono eccedenti, come indicato dal Miur nella nota n. 2773 del 1° aprile 2015, i dati riferiti al titolo di studio e alla professione dei genitori e degli esercenti la responsabilità genitoriale di alunni/studenti.

Si ricorda che le richieste di ulteriori informazioni, finalizzate all’accoglimento delle domande di iscrizione o per l’attribuzione di precedenze o punteggi nelle graduatorie/liste di attesa, devono essere definite con delibera del Consiglio di istituto, in cui vanno evidenziati i motivi che rendono indispensabile la raccolta di informazioni ulteriori.

Informativa trattamento dati

Le scuole forniscono l’informativa sul trattamento dei dati personali degli alunni, prevista dall’articolo 13 del Regolamento (UE) 2016/679, secondo le seguenti modalità:

1. per le iscrizioni on line, la pagina contenente l’informativa va visualizzata prima dell’accesso alle pagine del modello di iscrizione da compilare e un flag ne deve registrare la presa visione per le scuole statali oppure l’accettazione per le scuole paritarie o i centri di formazione professionale regionale;
2. per le iscrizioni effettuate in modalità cartacea, l’informativa deve
essere opportunamente allegata al modello di iscrizione cartacea.

L’informativa può essere resa nota anche con altre modalità, ad esempio tramite pubblicazione sul sito web della scuola.

Limite accoglimento domande

Le domande di iscrizione possono essere accolte entro il limite massimo dei posti complessivamente disponibili nella singola scuola. Tale limite è definito in base alle risorse di organico, al numero e alla capienza delle aule, anche in relazione ai piani di utilizzo degli edifici scolastici predisposti dagli Enti locali competenti.

Un’efficace collaborazione tra scuole ed Enti locali, evidenzia il Miur, consente di individuare in anticipo le condizioni per l’accoglimento delle domande, pur con le variazioni che di anno in anno si rendono necessarie.

Circolare

Versione stampabile
Argomenti:
soloformazione