Iscrizioni 2020/2021: programmazione rete scolastica, organici e soprannumerari

Pubblicata la circolare sulle iscrizioni alle scuole dell’infanzia e di ogni grado di istruzione per l’anno scolastico 2020/2021. La programmazione della rete scolastica.

Iscrizioni a.s. 2020/21, domande dal 7 al 31 gennaio. Circolare Miur

Tempistica e modalità presentazione domande

Le domande di iscrizione, sia quelle online che quelle cartacee, vanno presentate dal 7 al 31 gennaio 2020.

Saranno effettuate online le iscrizioni:

  • per le classi iniziali della scuola primaria;
  • per le classi iniziali della scuola secondaria di primo e secondo grado;
  • ai percorsi di istruzione e formazione professionale, erogati dagli istituti professionali nonché dai centri di formazione professionale accreditati dalle Regioni che, su base volontaria, aderiscono alla procedura online;
  • per le classi iniziali delle scuole paritarie che hanno aderito facoltativamente alla procedura telematica.

Saranno effettuate in modalità cartacea le iscrizioni:

  • alle sezioni delle scuole dell’infanzia;
  • alle scuole della Valle d’Aosta e delle province di Trento e Bolzano;
  • alle classi terze dei licei artistici e degli istituti tecnici;
  • al percorso di specializzazione per “Enotecnico” degli istituti tecnici del settore tecnologico a indirizzo “Agraria, agroalimentare e agroindustria”, articolazione “Viticoltura ed enologia”;
  • ai percorsi di istruzione per gli adulti, ivi compresi quelli attivati presso gli istituti di prevenzione e pena;
  • agli alunni/studenti in fase di preadozione, per i quali l’iscrizione viene effettuata dalla famiglia affidataria direttamente presso l’istituzione scolastica prescelta.

Programmazione rete scolastica

Nella circolare si richiama l’attenzione sull’importanza della programmazione della rete scolastica, da parte delle Regioni, relativamente alle iscrizioni, che costituiscono la prima fase del procedimento di avvio dell’anno scolastico.

Le Regioni, infatti, attraverso il piano di dimensionamento, oltre a
istituire, accorpare e/o trasformare le istituzioni scolastiche, provvedono ad arricchire l’offerta formativa, attivando nuovi indirizzi presso le scuole secondarie di secondo grado.

Un ruolo importante, nell’ambito di tale procedimento, svolgono gli Uffici Scolastici Regionali che, in collaborazione con le Regioni e gli Enti locali, tutelano il diritto all’apprendimento, tramite un’azione volta a realizzare un’offerta formativa razionale e omogenea.

Nello specifico, gli UUSSRR:

  • pongono attenzione affinché il processo suddetto (ossia l’approvazione del piano di dimensionamento) si svolga nei tempi normativamente previsti;
  • forniscono il proprio contributo alla distribuzione complessiva sul territorio dell’offerta formativa, che comprende istituzioni scolastiche statali e paritarie.

Piano di dimensionamento e organici

Oltre che dalle iscrizioni, gli organici delle scuole dipendono anche dal piano di dimensionamento della rete scolastica.

Non di rado, in caso di accorpamenti di scuole, gli organici subiscono un riduzione con la conseguente perdita di posti e presenza di docenti soprannumerari.

Abbiamo parlato dell’individuazione dei docenti  perdenti posto in caso di dimensionamento della rete scolastica in Dimensionamento: acquisizione nuova titolarità e individuazione soprannumerari

Circolare

Segui il nuovo ciclo formativo Eurosofia: “Educazione civica, cittadinanza attiva e cultura della sostenibilità a scuola”