Iscrizioni 2018/19: modulo infanzia, scelta IRC e attività alternative. Adempimenti obbligo vaccinale. Nota Miur

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Il Miur ha pubblicato la nota n. 350 del 09/01/2018, con la quale viene trasmesso il modulo d’iscrizione alla scuola dell’infanzia e i relativi allegati.

MODULO ISCRIZIONE INFANZIA IN MODALITÀ’ CARTACEA

Le iscrizioni alla suddetto ordine di scuola avvengono in modalità cartacea.

Nella nota si sottolinea che è possibile personalizzare il modulo, fermo restando che lo stesso deve contenere le informazioni già richieste.

MODULO SCELTA IRC E ATTIVITÀ ALTERNATIVA

Insieme a quello di iscrizione sono stati trasmessi il modulo per l’esercizio del diritto di scegliere se avvalersi o meno dell’insegnamento della religione cattolica (Allegato B) e il modulo integrativo per le scelte degli alunni che non si avvalgono dell’IRC (allegato C).

OBBLIGO VACCINALE E ADEMPIMENTI SCUOLA

Nella nota, infine, si ricordano i compiti delle scuole in merito all’obbligo vaccinale, in base al quale i dirigenti scolastici sono tenuti a richiedere, all’atto della domanda di iscrizione del minore, ai genitori esercenti la responsabilità genitoriale, ai tutori o ai soggetti affidatari la presentazione della documentazione comprovante l’avvenuta vaccinazione, l’esonero o il differimento o copia della prenotazione della stessa.

La documentazione dovrà essere presentata alla scuola scolastica che ha accettato l’iscrizione.

La documentazione comprovante l’effettuazione delle vaccinazioni può essere sostituita da una dichiarazione resa ai sensi del DPR n. 445/2000; in tal caso, la documentazione deve essere presentata entro il 10 luglio 2018.

Sottolineiamo che nella nota, riguardo all’obbligo vaccinale, non si fa riferimento alle nuove disposizioni introdotte dal decreto fiscale (articolo 18-ter), in base al quale è possibile applicare (nelle regioni in cui sia stata già istituita l’Anagrafe Vaccinale), già dal prossimo anno scolastico, la procedura semplificata prevista dal decreto n. 73/2017 e che riportiamo di seguito.

PROCEDURA SEMPLIFICATA NELLE REGIONI CHE HANNO ISTITUITO ANAGRAFE VACCINALE

I dirigenti scolastici (e i responsabili dei servizi educativi, dei centri di formazione professionale e delle scuole private non paritarie) devono trasmettere alle aziende sanitarie locali, entro il 10 marzo, l’elenco degli iscritti di età compresa tra zero e sedici anni, inclusi i minori stranieri non accompagnati, per l’anno scolastico successivo (2018/19).

Le ALS, entro il 10 giugno, restituiscono i summenzionati elenchi con l’indicazione dei soggetti che non risultino in regola con gli obblighi vaccinali, che non rientrino nelle situazioni di esonero, omissione o differimento delle vaccinazioni e che non abbiano presentato formale richiesta di vaccinazione.

Nei dieci giorni successivi all’acquisizione degli elenchi con le indicazioni succitate, i dirigenti scolastici invitano i genitori, i tutori o i soggetti affidatari a depositare, entro il 10 luglio, la documentazione comprovante l’effettuazione delle vaccinazioni ovvero l’esonero, l’omissione o il differimento delle stesse, o la presentazione della formale richiesta di vaccinazione all’ASL competente (per la documentazione vedi sopra).

Dopo il suddetto invito, i dirigenti scolastici trasmettono all’ASL, entro il 20 luglio, la documentazione presentata dai genitori o la comunicazione dell’eventuale mancato deposito per gli adempimenti di competenza e, ricorrendone i presupposti, per l’applicazione delle sanzioni.

Per approfondire il tema “Iscrizioni 2018/19 e Vaccini” clicca qui

nota 9 gennaio

Allegato A

Allegati B e C

Tutto sulle iscrizioni

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione