Iscrizioni 2018/19 ai percorsi di istruzione per adulti: dettagliate istruzioni e scadenze

di Giovanna Onnis
ipsef

item-thumbnail

Con la nota ministeriale n.7647 del 3 maggio 2018 il MIUR ha fornito dettagliate istruzioni relativamente alle iscrizioni ai percorsi di istruzione degli adulti.

La succitata nota è stata anticipata dalla precedente n.14659 del 13 novembre 2017 avente come oggetto “Iscrizioni alle scuole dell’infanzia e alle scuole di ogni ordine e grado per l’anno scolastico 2018/2019”, dove, nel paragrafo 11, per l’iscrizione ai percorsi di istruzione degli adulti, si rinvia la definizione delle regole specifiche e dei dettagli a ulteriore nota, che risulta ora disponibile

Termini di scadenza delle iscrizioni

Il termine di scadenza per le iscrizioni ai percorsi di istruzione degli adulti è fissato di norma al 31 maggio 2018 e comunque non oltre il 15 ottobre 2018.

In considerazione della specificità dell’utenza, la nota ministeriale prevede la possibilità, in casi motivati, di accogliere, nei limiti dell’organico assegnato, le richieste di iscrizione ai suddetti percorsi di istruzione pervenute oltre il termine; a tal fine, il collegio dei docenti definisce i criteri generali e i casi in cui può essere legittimata la deroga.

Percorsi di istruzione per gli adulti: tipologie

A partire dal 1 settembre 2015 tutti i Centri territoriali per l’educazione degli adulti e i corsi serali per il conseguimento di diplomi di istruzione secondaria di secondo grado sono stati riorganizzati secondo i nuovi assetti delineati dal DPR 263/2012 e specificati dal DI 12 marzo 2015.

I relativi percorsi sono stati riordinati nelle seguenti tipologie:

  • percorsi di istruzione di primo livello
  • percorsi di alfabetizzazione e apprendimento della lingua italiana
  • percorsi di secondo livello

Percorsi di istruzione per gli adulti: sedi

I percorsi di istruzione di primo livello e i percorsi di alfabetizzazione e apprendimento della lingua italiana sono realizzati dalle sedi dell’unità amministrativa dei CPIA vale a dire dalla sede centrale e dai punti di erogazione di primo livello (sedi associate).

I percorsi di istruzione di secondo livello sono realizzati dalle sedi dell’unità didattica dei CPIA, vale a dire dalle istituzioni scolastiche di secondo grado presso le quali funzionano i percorsi di istruzione tecnica, professionale e artistica rimanendo in esse incardinati, a tal fine individuate nei piani di dimensionamento definiti dalle Regioni.

Dove presentare domanda di iscrizione

Gli adulti che intendono iscriversi ai percorsi di istruzione di primo livello e ai percorsi di alfabetizzazione e apprendimento della lingua italiana presentano domanda di iscrizione direttamente alle sedi dell’unità amministrativa dei CPIA, anche per il tramite delle “sedi associate”.

Gli adulti, invece, che intendono iscriversi ai percorsi di istruzione di secondo livello presentano domanda direttamente alle sedi dell’unità didattica dei CPIA (punti di erogazione di secondo livello), vale a dire alle istituzioni scolastiche presso le quali sono incardinati i percorsi di secondo livello, le quali provvedono tempestivamente a trasmetterle in copia alla sede centrale del CPIA con il quale le predette istituzioni scolastiche hanno stipulato l’accordo di rete come previsto nell’art. 5 comma 2, del DPR 263/12, dove si stabilisce quanto segue:

Ai fini dell’ammissione al periodo didattico cui l’adulto chiede di accedere avendone titolo, i Centri costituiscono, nel quadro di specifici accordi di rete con le istituzioni scolastiche presso le quali funzionano i percorsi di istruzione tecnica, professionale e artistica, commissioni per la definizione del Patto formativo individuale, composte dai docenti dei differenti periodi didattici e, per gli adulti stranieri, eventualmente integrate da esperti e/o mediatori linguistici in relazione alla tipologia di utenti e di percorsi [….]”

Le domande di iscrizione sono accolte entro il limite massimo dei posti rispettivamente disponibili per i CPIA e per i percorsi di secondo livello (istruzione tecnica, professionale e artistica), limite definito sulla base delle risorse di organico e dei piani di utilizzo degli edifici predisposti dagli Enti locali competenti.

 Accoglimento delle domande: quali priorità

L’iscrizione ai percorsi di istruzione degli adulti di primo e secondo livello è garantita prioritariamente a coloro che intendono conseguire un titolo di studio di livello superiore a quello già posseduto, ferma restando la possibilità, a fronte di motivate necessità, di consentire, nei limiti dei posti disponibili, l’iscrizione anche agli adulti già in possesso di un titolo di studio conclusivo dei percorsi del secondo ciclo.

Requisiti per l’iscrizione

Ai percorsi di istruzione di primo livello, di secondo livello e di alfabetizzazione e apprendimento della lingua italiana possono iscriversi gli adulti, vale a dire, come specificato nella nota ministeriale, le persone che hanno raggiunto la maggiore età, che intendono conseguire più elevati livelli di istruzione e migliorare le competenze di base, di cui al D.M. n.139/2007, nella prospettiva dell’apprendimento permanente.

Percorsi di primo livello: iscrizioni

Ai percorsi di istruzione di primo livello possono iscriversi gli adulti, anche con cittadinanza non italiana, sprovvisti delle competenze di base connesse all’obbligo di istruzione o che non sono in possesso del titolo di studio conclusivo del primo ciclo di istruzione.

Ai percorsi di istruzione di primo livello possono iscriversi anche coloro che hanno compiuto il sedicesimo anno di età e che non sono in possesso del titolo di studio conclusivo del primo ciclo di istruzione.

In ogni caso, ai sensi dell’art. 3, comma 2 del DPR 263/12, resta ferma la possibilità, a seguito di accordi specifici tra regioni e uffici scolastici regionali, di iscrivere ai percorsi di istruzione di primo livello, nei limiti dell’organico assegnato e in presenza di particolari e motivate esigenze, anche coloro che hanno compiuto il quindicesimo anno di età.

Non è possibile, in ogni caso, iscriversi contemporaneamente al CPIA e ad altra istituzione scolastica o formativa.

Per coloro che hanno compiuto il quindicesimo anno di età e risultano sottoposti a provvedimenti penali da parte dell’Autorità Giudiziaria minorile, la possibilità di essere iscritti ai percorsi di istruzione di primo livello è assicurata indipendentemente dalla stipula dei suddetti accordi; analoga possibilità è assicurata anche ai minori stranieri non accompagnati che hanno compiuto il quindicesimo anno di età.

Percorsi di primo livello: articolazione

I percorsi di istruzione di primo livello sono articolati in due periodi didattici e all’atto dell’iscrizione l’adulto indica il periodo didattico al quale chiede di essere ammesso;.

Il periodo didattico a cui viene effettivamente ammesso l’adulto è formalizzato nel Patto formativo individuale ad esito della procedura di riconoscimento dei crediti, come indicato nel paragrafo 5.2 delle Linee Guida, di cui al DI 12 marzo 2015.

Nella nota ministeriale n.7647/2018 si precisa che per l’adulto privo della certificazione conclusiva della scuola primaria sono realizzate attività finalizzate al rinforzo e/o alla messa a livello nell’ambito delle attività di accoglienza e orientamento e conseguentemente l’orario complessivo del percorso di primo livello primo periodo didattico è incrementato fino ad un massimo di ulteriori 200 ore in relazione ai saperi e alle competenze possedute.

Al fine di incrementare e potenziare le competenze di base connesse all’alfabetizzazione funzionale, si richiama, inoltre, la peculiarità del secondo periodo didattico dei percorsi di primo livello, che, a differenza del primo periodo didattico dei percorsi di secondo livello, è finalizzato specificamente al conseguimento delle suddette competenze, cosi come descritte nelle Linee guida (All. A.2) del DI 12 marzo 2015.

Percorsi di secondo livello: iscrizioni

Ai percorsi di istruzione di secondo livello possono iscriversi gli adulti, anche con cittadinanza non italiana, che sono in possesso del titolo di studio conclusivo del primo ciclo di istruzione.

Ai percorsi di istruzione di secondo livello possono iscriversi anche coloro che hanno compiuto il sedicesimo anno di età e che, già in possesso del titolo di studio conclusivo del primo ciclo di istruzione, dimostrano di non poter frequentare il corso diurno.

Percorsi di secondo livello: articolazione

I percorsi di secondo livello (istruzione tecnica, professionale e artistica) sono articolati in tre periodi didattici e all’atto dell’iscrizione l’adulto indica il periodo didattico al quale chiede di essere ammesso.

Il periodo didattico a cui viene effettivamente ammesso l’adulto è formalizzato nel Patto formativo individuale ad esito della procedura di riconoscimento dei crediti, come indicato nel paragrafo 5.2 delle Linee guida, di cui al DI 12 marzo 2015.

Gli adulti iscritti al primo periodo didattico dei percorsi di secondo livello di istruzione professionale continueranno a frequentare i percorsi di istruzione secondo l’assetto ordinamentale previsto dalle linee guida di cui al D.I. 12 marzo 2015. Analogamente gli adulti iscritti ai percorsi di istruzione degli adulti in raccordo con i percorsi di istruzione e formazione professionale attivati nell’ambito di specifici accordi con le Regioni richiamati dalle Linee guida adottate con il DI 12 marzo 2015 continuano a frequentare i percorsi secondo gli assetti organizzativi-didattici definiti negli accordi medesimi.

In presenza di richieste numericamente sufficienti, i percorsi di secondo livello devono essere attivati a partire dal primo periodo didattico.

Nel caso di adulti che richiedono l’iscrizione ad un primo periodo didattico di secondo livello, che non risulta però attivo in organico, le istituzioni scolastiche di secondo grado, dove sono incardinati i suddetti percorsi di secondo livello, possono comunque consentire a tali adulti di frequentare le attività di ampliamento dell’offerta formativa predisposte presso le istituzioni medesime, attivando specifici interventi utili al proseguimento degli studi nel relativo secondo periodo didattico.

La medesima possibilità è estesa anche agli adulti che hanno richiesto l’iscrizione ad un secondo periodo didattico dei percorsi di secondo livello non attivo in organico.

Percorsi di alfabetizzazione e apprendimento della lingua italiana: iscrizioni

Ai percorsi di alfabetizzazione e di apprendimento della lingua italiana possono iscriversi gli adulti con cittadinanza non italiana in età lavorativa, anche in possesso di titoli di studio conseguiti nei Paesi di origine.

Percorsi di alfabetizzazione e apprendimento della lingua italiana: articolazione

I percorsi di alfabetizzazione e apprendimento della lingua italiana sono articolati in due livelli (A1 e A2) e sono finalizzati al conseguimento di un titolo attestante il raggiungimento di un livello di conoscenza della lingua italiana non inferiore al livello A2 del Quadro comune europeo di riferimento per le lingue elaborato dal Consiglio d’Europa.

Si precisa che per l’adulto con cittadinanza non italiana iscritto al percorso di alfabetizzazione e apprendimento della lingua italiana, privo delle competenze necessarie per una fruizione efficace del percorso medesimo, ferma restando la possibilità di fruire di tale percorso anche in due anni scolastici, sono realizzate attività finalizzate al rinforzo e/o alla messa a livello nell’ambito delle attività di accoglienza e orientamento (20 ore); tali attività possono essere, altresì, realizzate nell’ambito dell’ampliamento dell’offerta formativa, nei limiti comunque dell’organico assegnato.

Si fa presente, altresì, che in presenza di necessità evidenziate dal contesto territoriale di riferimento, al fine di valorizzare ed ottimizzare l’offerta formativa ordinaria dei CPIA e favorire una più efficace integrazione linguistica e sociale degli stranieri, i percorsi di alfabetizzazione e di apprendimento della lingua italiana, fermo restando il monte ore complessivo, prevedono specifiche unità di apprendimento della durata complessiva di 10 ore realizzate secondo le Linee guida (All. C) del DI 12 marzo 2015

II titolo rilasciato ad esito dei suddetti percorsi è utile all’assolvimento degli adempimenti previsti dalle innovazioni in materia di immigrazione e integrazione introdotte dalla Legge n. 94/2009.

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione