Iscrizioni 2015/2016 studenti con disabilità ultradiciottenni: c’è discriminazione

WhatsApp
Telegram

Cambiamenti per le iscrizioni all’anno scolastico 2015-2016 per quanto riguarda gli alunni con disabilità che hanno superato i 18 anni di età. 

Cambiamenti per le iscrizioni all’anno scolastico 2015-2016 per quanto riguarda gli alunni con disabilità che hanno superato i 18 anni di età. 

Lo scorso anno, per le iscrizioni all’anno scolastico 2014/2015 gli alunni con disabilità ultradiciottenni non in possesso del diploma conclusivo del Primo Ciclo di studi che non frequentavano scuole superiori poteva comunque iscriversi ai corsi serali per adulti godendo, al tempo stesso dei diritti riservati dalla normativa agli alunni con disabilità che frequentavano le scuole del mattino.

Con la C.M. 51/14 anche gli alunni con disabilità ultradiciottenni in possesso del diploma conclusivo del Primo Ciclo che non frequentano scuola superiore posso iscriversi ai corsi serali per adulti.




A partire da quest’anno, con le iscrizioni per il prossimo anno scolastico, quindi, tutti gli alunni con disabilità ultradiciottenni che devono iscriversi al primo anno di scuola superiore possono frequentare soltanto i corsi serali per adulti, continuando a godere degli stessi diritti riservati agli alunni con disabilità frequentanti i corsi del mattino.

A porre l’accento sulla notizia e a divulgarla è Salvatore Nocera, in un articolo in cui aggiunge anche le sue personali osservazioni. Secondo Nocera l’aggiunta della casistica che vuole tutti gli alunni con disabilità ultradiciottenni che devono iscriversi al primo anno di scuola superiore dirottati ai corsi serali per adulti serve innanzitutto a non creare un divario troppo evidente tra l’età degli alunni che frequentano i corsi del mattino, che oscilla tra i 14 e i 18 anni, e l’età degli alunni con disabilità ultradiciottenni.

Allo stesso tempo Nocera, che apprezza questa integrazione da un lato, dall’altro fa notare che c’è una palese discriminazione nei confronti delle persone con disabilità poiché lo stesso divieto non è valido nei confronti degli alunni senza disabilità ultradiciottenni.

A rende discriminatoria tale norma è la legge n.67/06 che se impugnata da qualche alunno con disabilità ultradiciottenne renderebbe vana la norma di quest’anno che sarebbe annullata dal Tribunale. Proprio per questo motivo Salvatore Nocera informa che è stato chiesto al MIUR di eliminare la discriminazione vietando a tutti gli alunni ultradiciottenni, con disabilità e senza, l’iscrizione al primo anno di scuole superiori.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur