Iscrizione studenti: operazioni propedeutiche delle scuole

di Giovanna Onnis
ipsef

item-thumbnail

La circolare sul’iscrizione studenti inviata alle scuole dal MIUR in data 8 novembre 2018, avente come oggetto le iscrizioni a tutte le scuole di ogni ordine e grado per l’anno scolastico 2019/2020, fornisce tutte le indicazioni e le istruzioni necessarie alle famiglie e alle istituzioni scolastiche.

La tempistica stabilita per la presentazione delle domande di iscrizione risulta anticipata rispetto allo scorso anno e le istanze devono essere presentate dal 7 gennaio al 31 gennaio 2019, mentre l’anno scorso è stato possibile presentarle dal 16 gennaio al 6 febbraio

Azioni propedeutiche all’iscrizione

Prima dell’iscrizione vera e propria è indispensabile che siano attuate delle azioni propedeutiche da parte delle Regioni, degli Uffici Scolastici Regionali, delle Istituzioni scolastiche e delle famiglie, senza le quali non risulterà possibile effettuare l’iscrizione secondo le regole stabilite dal MIUR

Ruolo delle Regioni

Le Regioni hanno l’importante compito di programmazione della rete scolastica, che deve essere completata e resa pubblica con largo anticipo rispetto ai termini di presentazione delle domande di iscrizione.

Le Regioni, infatti, attraverso il piano di dimensionamento, oltre a istituire, accorpare e/o trasformare le istituzioni scolastiche, provvedono ad arricchire l’offerta formativa, attivando nuovi indirizzi presso le scuole secondarie di secondo grado.

Ruolo degli Uffici Scolastici Regionali

Gli Uffici Scolastici Regionali, nel dialogo istituzionale con le Regioni e gli Enti locali, come chiarisce la CM n.18902/2018, hanno il fondamentale ruolo di tutelare il diritto all’apprendimento attraverso un’azione tendente a realizzare un’offerta formativa razionale e omogenea.

Pertanto, gli Uffici Scolastici Regionali dovranno fare in modo che tale processo si svolga nei tempi normativamente previsti e avranno il compito di fornire il proprio contributo alla distribuzione complessiva sul territorio dell’offerta formativa, che contempla istituzioni scolastiche statali e paritarie.

Ruolo delle Istituzioni scolastiche

Le istituzioni scolastiche sono tenute alla predisposizione, approvazione e pubblicazione del Piano Triennale dell’Offerta Formativa 2019/2022 (PTOF) entro i termini stabiliti dalla normativa, al fine di fornire tempestive e utili informazioni relative all’offerta formativa proposta.

Il PTOF, essendo il documento di progettualità scolastica, rappresenta, infatti, un importante strumento di comunicazione tra la scuola e le famiglie, soprattutto nella fase delle iscrizioni.

Al riguardo, come chiarisce la succitata circolare sulle iscrizioni 2019/2020 e come tempestivamente segnalato da OrizzonteScuola, il MIUR con la nota n.17832 del 16 ottobre 2018, recante indicazioni per la predisposizione del PTOF 2019/2022, al fine di consentire alle istituzioni scolastiche tempi più distesi, ha stabilito di far coincidere il termine utile per l’approvazione da parte del Consiglio di Circolo/Istituto del PTOF 2019/2022 con la data di apertura delle iscrizioni per l’anno scolastico 2019/2020, cioè entro il 7 gennaio 2019.

L’aggiornamento del PTOF, con regolare pubblicazione sul sito della scuola e sul portale del MIUR “Scuola in Chiaro”, rappresenta un adempimento importante e utile alle famiglie che si apprestano ad effettuare l’iscrizione dei propri figli per il prossimo anno scolastico 2019/2020.

La possibilità di prendere visione del PTOF delle diverse Istituzioni scolastiche consente, infatti, di effettuare scelte più consapevoli sulla scuola nella quale iscrivere i propri figli.

Prima dell’avvio delle iscrizioni, le istituzioni scolastiche devono aggiornare, quindi, le informazioni che le caratterizzano attraverso la funzione del portale SIDI “Scuola in chiaro” nell’Area “Rilevazioni” e curano la redazione del proprio modulo di iscrizione online attraverso l’apposita funzionalità disponibile sul portale SIDI nell’area “Gestione Alunni”, percorso “Iscrizioni online”.

Il modulo della domanda di iscrizione, in base alle indicazioni fornite dal MIUR, è strutturato in una parte generale, uguale per tutte le scuole, contenente i dati anagrafici di alunni/studenti, e in una parte che

ogni scuola può personalizzare con la richiesta di informazioni specifiche, attinte da un elenco di voci predefinite o anche aggiunte dalla scuola.

Dopo la predisposizione da parte delle scuole, il modulo di domanda viene reso disponibile ai genitori attraverso l’applicazione internet “Iscrizioni on line”, cui si può accedere direttamente dal sito web www.iscrizioni.istruzione.it

Ruolo delle famiglie

Prima di procedere con l’iscrizione online le famiglie devono effettuare la registrazione sul sito www.iscrizioni.istruzione.it, che, come stabilisce la circolare ministeriale, può essere fatta a partire dal 27 dicembre 2018, in quanto prima di tale data la funzione non sarà ancora attiva.

Tramite la registrazione le famiglie potranno disporre delle credenziali indispensabili per accedere al servizio “Iscrizioni online” disponibile nel portale del MIUR www.iscrizioni.istruzione.it

Il sistema “Iscrizioni online” avviserà in tempo reale, tramite posta elettronica, dell’avvenuta registrazione che, ribadiamo, è propedeutica all’iscrizione scolastica ed è indispensabile per poterla effettuare.

Tutte le indicazioni

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione