Iscrizione alunni 2013/14. Insegnamento religione, cosa si prevede. Gli insegnanti si organizzano con “brochure” e spot su Youtube

di redazione
ipsef

red – Cosa prevede la normativa per quanto riguarda l’insegnamento della religione cattolica e le attività alternative? In Liguria gli insegnanti di religione affrontano la crisi di alunni con volantini pubblicitari.

red – Cosa prevede la normativa per quanto riguarda l’insegnamento della religione cattolica e le attività alternative? In Liguria gli insegnanti di religione affrontano la crisi di alunni con volantini pubblicitari.

Partiamo dalla normativa.

La circolare 28 del 10 gennaio prevede la facoltà di avvalersi o non avvalersi dell’insegnamento della religione cattolica, e tale facoltà deve essere esercitata dai genitori o dagli studenti negli istituti di istruzione secondaria superiore.

Nel Decreto è allegato il modulo integrativo attraverso il quale deve essere compilato, da parte degli interessati, all’inizio dell’anno scolastico, in attuazione della programmazione di inizio d’anno da parte degli organi collegiali. Le opzioni possibili sono:

  • attività didattiche e formative;
  • attività di studio e/o di ricerca individuali con assistenza di personale docente;
  • libera attività di studio e/o di ricerca individuale senza assistenza di personale docente (per studenti delle istituzioni scolastiche di istruzione secondaria di secondo grado);
  • non frequenza della scuola nelle ore di insegnamento della religione cattolica.

La scelta ha valore per l’intero corso di studi e, comunque, in tutti i casi in cui sia prevista l’iscrizione d’ufficio, fatto salvo il diritto di modificare tale scelta per l’anno successivo entro il termine delle iscrizioni esclusivamente su iniziativa degli interessati.

Ora IRC a colpi di "brochure" e spot

Una scelta molto combattuta che ha visto, soprattutto al Nord, un graduale calo di adesioni all’insegnamento della Religione. Per tale motivo, alcuni insegnanti di La Spezia, d’intesa con l’ufficio diocesano Scuola ed educazione, hanno elaborato una “brochure” pubblicitari che, tra l’altro, è stata duplicata anche in cinese, albanese e spagnolo, nella speranza di poter raccogliere proseliti anche tra gli immigrati.

A tale scopo sono stati realizzati anche degli Spot sul canale Youtube.

In uno di questi studenti di origine non italiana dichiarare di "aver scelto"; cosa? L’ora di religione.

Interessante anche il rap "Non sono un fuoriclasse se sto fuori dalla classe"

Versione stampabile
anief
soloformazione