IRC. Chiesto dai sindacati avvio delle procedure per concorso a cattedra per 5.000 posti

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Si è svolto l’incontro al MIUR alla presenza del Vice Capo di Gabinetto Rocco Pinneri in risposta alla richiesta di CISL Scuola, Snals e Gilda relativamente a numerose problematiche riguardanti il Personale docente di Religione Cattolica.

Gli aspetti critici sono il regolare pagamento delle retribuzioni con l’inizio dell’anno scolastico,le ore di programmazione per i contratti con orario ridotto della scuola primaria, il mancato riconoscimento della Card Formazione per gli IRC incaricati, come per i restanti docenti a tempo determinato, la delicata situazione dei vicari del D.S. per cui non è possibile la sostituzione con supplente, la prospettiva dell’entrata in vigore nel 2019 del comma 131 della Legge sulla “buona Scuola” che determinerà l’interruzione del rapporto di lavoro a tempo determinato per chi ha superato i 36 mesi di servizio e la richiesta dell’ avvio di tutte le procedure per giungere al più presto all’emanazione di un prossimo bando di concorso per coprire i quasi 5000 posti vacanti dei docenti RC oggi incaricati.

Il Miur si è comunque impegnato ad aprire un tavolo di confronto entro il mese di agosto su tutte le problematicità poste, a partire dall’analisi del fabbisogno e conseguente approfondimento normativo in merito all’avvio dell’iter per il prossimo concorso per docenti di Religione Cattolica.

Nel corso della riunione è stata anche consegnata una nota destinata ai Direttori Regionali che fornisce indicazioni e chiarimenti in ordine alle procedure e tempistiche per una regolare stipula dei contratti dei docenti di religione cattolica incaricati annuali e regolare pagamento del mese di settembre.

Versione stampabile
anief
soloformazione