Argomenti Didattica

Tutti gli argomenti

“Io penso… diversaMente!”, una UdA sulla diversità per ciclo di base

WhatsApp
Telegram

Ogni anno il 21 maggio si celebra la Giornata mondiale per la diversità culturale per il dialogo e lo sviluppo e offre alle persone l’opportunità di esaminare la propria comprensione dei valori della diversità culturale e di imparare a vivere meglio congiuntamente. Nel 2011, l’UNESCO e l’Alleanza delle civiltà delle Nazioni Unite hanno lanciato una campagna di base “Fai una cosa per la diversità e l’inclusione”, che celebra l’annuale Giornata mondiale per la diversità culturale

La campagna, incoraggiando persone e organizzazioni di tutto il mondo a intraprendere azioni concrete a sostegno della diversità, mira a:

  • Aumentare la consapevolezza in tutto il mondo sull’importanza del dialogo interculturale, della diversità e dell’inclusione.
  • Costruire una comunità mondiale di individui impegnati a sostenere la diversità con gesti reali e quotidiani.
  • Combattere la polarizzazione e gli stereotipi per migliorare la comprensione e la cooperazione tra persone di culture diverse.

Che cos’è la Giornata mondiale per la diversità culturale per il dialogo e lo sviluppo?

Celebrata ogni anno il 21 maggio, la Giornata mondiale per la diversità culturale per il dialogo e lo sviluppo è una festa internazionale sostenuta dalle Nazioni Unite per la promozione delle questioni della diversità. Conosciuto anche come Giornata della diversità, questo evento mondiale è un’opportunità per aiutare le comunità a comprendere il valore della diversità culturale e imparare a vivere insieme in armonia.

Che cos’è la diversità culturale? (e perché importa?)

La diversità culturale si riferisce a persone che si identificano con gruppi particolari in base al loro luogo di nascita, etnia, lingua, valori, credenze o visioni del mondo. La Giornata della diversità offre una grande opportunità per i giovani studenti di conoscere meglio culture e visioni del mondo che non hanno mai considerato prima. È un ottimo modo per espandere la conoscenza e la comprensione dei tuoi figli del mondo e della sua gente, celebrando ciò che rende le persone uniche e speciali a modo loro. Comprendere che il mondo è fatto di persone con background diversi è essenziale per diventare un individuo rispettoso e premuroso, in grado di lavorare con gli altri per il bene comune.

Risorse per la Giornata della Diversità

Si consiglia di attivare, per la giornata, risorse didattiche in grado di aiutare la tua classe a comprendere l’importanza e i valori associati alla Giornata della diversità.

Ecco una selezione di belle risorse per iniziare:

  • Conversazioni su “Abbraccia le nostre differenze”: questa bella risorsa offre agli studenti l’opportunità di esplorare e abbracciare la diversità riconoscendo e celebrando ciò che ci rende diversi. Offre ai bambini e ai ragazzi (anni 9-19) l’opportunità di discutere argomenti importanti con i loro compagni di classe, impegnandosi in conversazioni importanti che li aiuteranno a imparare e crescere.
  • Creazione di Poster per la valutazione delle scuole inclusive della diversità: chiedi ai tuoi studenti di considerare come possono creare una scuola sicura e inclusiva rispondendo a questo adorabile poster che pone una domanda importante; “Come possiamo creare una scuola sicura e inclusiva?”. Questo è un ottimo modo per coinvolgere gli studenti in conversazioni importanti, aiutandoli a riconoscere come le loro parole e azioni possono influenzare gli altri.
  • Valorizzare la diversità con l’attività “Trova qualcuno che…”: questa attività è un ottimo modo per i bambini o i ragazzi di saperne di più sui loro compagni, ponendo e rispondendo a domande che promuovono e celebrano la diversità in classe.

L’apprendimento della diversità culturale

L’utilizzo di queste risorse può aiutare ogni singolo bambino – ragazzo a sentirsi incluso e rappresentato. L’apprendimento della diversità culturale può aiutare a fornire un senso di appartenenza, assicurando che tutti i bambini si sentano accolti, a proprio agio e rispettati a scuola. In questo modo, gli alunni si sentiranno incoraggiati ad esprimersi e acquisiranno sicurezza per esplorare nuove idee e impegnarsi in attività di apprendimento.

Io penso… diversaMente!”

“Io penso… diversaMente!” è l’UdA che ottimamente interpreta il senso di questa giornata e l’impegno delle nostre scuole su questo versante. Un’UdA che permette, a fine percorso, come scrivono i validi docenti Viola Marzia (Autore e coordinatore UDA), e Cannoni Franca Maria, Durazzi Sabrina, Graziani Anna, Pantalei Giorgia, Paparcurio Catia, Ronca Roberta, Tiberi Maria Grazia, Zucchella Katia, i seguenti prodotti:

  • Raccolta di testi sul concetto di diversità
  • Disegni sulle emozioni correlate al sentirsi diverso e/o al percepire l’altro come diverso da se
  • Il decalogo del RISPETTO (le 10 riflessioni da fare prima di esprimere un giudizio affrettato)
  • Spettacolo teatrale finale basato sulla storia di Pinocchio.

Il valore della diversità o della differenza

Come scrive Marzia Viola “E’ importante che riusciate a capire che la diversità è una caratteristica che accomuna tutti noi, e che è esattamente ciò che ci rende unici e speciali! È vero, esistono diversità che provocano disagio, che rendono difficile anche ciò che agli altri sembra facile e richiedono interventi particolari (basta pensare ai compagni che hanno bisogno del supporto delle insegnanti di sostegno), ma se capirete cosa c’è alla base di questi “bisogni speciali” riuscirete ad essere più collaborativi ed empatici con chi ne ha bisogno, e meno imbarazzati se siete proprio voi a richiedere aiuto”. “E’ stato questo l’input dato agli studenti delle classi quinte nel presentargli l’unità di apprendimento “Io penso diversaMente” che li ha coinvolti con attività di vario tipo per tutto l’arco del secondo quadrimestre: un percorso di dialogo e introspezione, una “passeggiata” nel variopinto mondo della diversità che ha preso strade impreviste, perché guidata proprio dai loro bisogni, dai loro preconcetti (o forse di altri?…), arricchita dalla loro incredibile sensibilità e capacità di aprirsi a nuove chiavi di lettura…” ha concluso Marzia Viola.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur