Invece delle ore di didattica si recuperino i viaggi d’istruzione. Lettera

Stampa

Inviata da Erica Pasian – Gent.mi Alberto Cirio e Patrizio Bianchi , sento spesso parlare di recupero delle ore scolastiche, di prolungamento della scuola di 15-20-30 giorni.

Ho 2 figli che frequentano rispettivamente la quarta elementare e la seconda media e che a turno o contemporaneamente hanno seguito ore e ore di Dad (o Did), spesso a fatica sia ben chiaro, ma pressoché tutte frequentate.

Mio figlio Lorenzo in seconda media, iscritto al tempo prolungato inizia alle 8 e finisce alle 14 (3 volte a settimana alle 16), mia figlia Emma in terza elementare inizia alle 8.30 per finire alle 12.10 e ricomincia alle 14.30 per altre 2 ore di didattica…certo le ore sono di 40 minuti , intervallate da 20 minuti scarsi di pausa, ma sono davvero tante e i famosi programmi vengono rispettati e anzi si procede a ritmo vertiginoso

Io scrivo per chiederle che invece delle ore di didattica vengano recuperati i VIAGGI DI ISTRUZIONE, le famose gite che ai miei figli mancano tanto, certo con i professori o le maestre che si rendano disponibili, certo non togliendo le vacanze a nessuno, ma questi ragazzi lo meritano.

Ho sentito più volte dire a mio figlio che vuole tornare a scuola ,ma vuole tornare senza il Covid, vuole tornare a fare quelle esperienze che gli spettano, ad avere le libertà che aveva e vuole tornare quando si potrà…a condividere.

Date a questi ragazzi un’opportunità, date la speranza di una condivisione, date un’opportunità di esperienza.
Se la scuola finirà comunque a giugno, risparmiategli qualche ora di Dad per poterla invece vivere e condividere.

Stampa

Dattilografia + ECDL: 1,60 punti per il personale ATA a soli 150€! Entro il 22/04…