Invalsi: prove si svolgeranno regolarmente. Flc Cgil: report diagnostici tutt’altro che rassicuranti, come ultimo comunicato

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Le prove Invalsi nelle classi terze della scuola secondaria di I grado, come più volte riferito, si svolgeranno, a partire dal corrente anno scolastico, al computer, così come previsto dal D.lgs. n. 62/2017.

Le prove si svolgeranno tra il 4 e il 21 aprile nelle classi non campione, dal 9 al 12 aprile nelle classi campione.

La novità rappresentata dallo svolgimento delle prove al PC ha suscitato, sin da subito, una certa preoccupazione dovuta alla dotazione informatica delle scuole e alla connessione Internet delle stesse.

Avevamo evidenziato la problematica diverso tempo fa in Prove invalsi svolte al computer, cosa dovranno fare le scuole prive di attrezzature adeguate?

In seguito alle preoccupazioni espresse da più parti, l’Invalsi è intervenuto per rassicurare sul regolare svolgimento delle prove, tramite un apposito comunicato Invalsi III media, 216mila computer per 574mila studenti. Istituto di Valutazione: prove si svolgeranno regolarmente

La Flc Cgil, in data odierna, è intervenuta nuovamente sull’argomento, contestando quanto riferito dall’Istituto di Valutazione:

Ma il dato fornito da INVALSI non è bastato a rassicurare i dirigenti scolastici sulla piena operatività delle scuole, anche perché i report che stanno arrivando dall’INVALSI non sono così tranquillizzanti come il comunicato apparso sul sito: consigliano di distribuire le prove in tutta la finestra temporale consentita, dilatando i tempi di somministrazione dalle 7,45 alle 19,30 e riducendo il più possibile la simultanea somministrazione della prova d’ascolto in lingua inglese per evitare il sovraccarico della rete. Consigliano quasi a tutti di ampliare la capacità della connessione, utilizzando router portatili e di verificare il numero massimo di connessioni simultanee che quasi mai corrispondono a tutto il gruppo classe. Consigliano, nei casi più difficili, di rivolgersi alle scuole secondarie di secondo grado del territorio.

Tutt’altro che rassicuranti, i report diagnostici dell’Invalsi descrivono una situazione piuttosto preoccupante che costringerà le scuole a dedicare tutto il mese di aprile, anche oltre l’orario scolastico, alla somministrazione delle prove, interrompendo in tutte le classi il regolare svolgimento delle attività, dal momento che per la somministrazione delle prove si richiede la presenza di docenti diversi da quelli della classe e della disciplina oggetto della somministrazione.

Invalsi III media, ulteriori informazioni: moduli somministrazione 120 minuti, come superare problemi tecnici durante prove

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione