Invalsi III media, possibili le prove cartacee per i disabili. Certificazione DVA e DSA in caso di dispensa o adattamento prove

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Il Miur, come riferito, ha pubblicato la nota n. 2936 del 20/02/2018, al fine di fornire indicazioni in merito alla prova Invalsi che, dal corrente anno scolastico, costituisce requisito d’accesso all’esame conclusivo del primo ciclo di istruzione.

Prova Invalsi, requisito ammissione Esami III media. Indicazioni Miur su: tempi, contenuti e numero domande prove

Nella suddetta scheda abbiamo parlato dei tempi, dei contenuti e del numero di domande delle prove. Vediamo adesso le indicazioni fornite dal Ministero relativamente ai candidati disabili e con disturbi specifici di apprendimento.

ALUNNI DISABILI

Come già indicato nella nota Invalsi del 19 febbraio u.s., dall’1 al 9 marzo 2018, le scuole devono indicare nell’area riservata al Dirigente scolastico per quali alunni sono previsti eventuali strumenti compensativi o misure dispensative.

Le succitate misure possono essere richieste soltanto per i disabili certificati e soltanto se previste nel PEI.

Il consiglio di classe, inoltre, può predisporre specifici adattamenti della prova l’esonero da una o più prove (Italiano, Matematica, Inglese).

In caso di adattamento la prova sarà esclusivamente cartacea.

ALUNNI DSA

Anche per gli studenti con DSA certificati è possibile indicare, dall’1 al 9 marzo 2018, eventuali strumenti compensativi o misure dispensative, purché previste nel Piano Didattico Personalizzato.

Qualora la certificazione di disturbo specifico di apprendimento preveda la dispensa dalla prova scritta di lingue straniere o l’esonero dall’insegnamento delle medesime, la prova di lingua inglese non sarà svolta.

CERTIFICAZIONE COMPETENZE 

Gli alunni dispensati da una o più prove o che sostengono una o più prove differenziate in forma cartacea, secondo quanto previsto dal consiglio di classe, non ricevono la relativa certificazione delle competenze da parte dell’Istituto di Valutazione.

Il consiglio di classe, nei casi sopra descritti, integra in sede di scrutinio finale, la certificazione delle competenze rilasciata dalla scuola con puntuali elementi di informazione.

ALUNNI BES

Gli alunni con bisogni educativi speciali non certificati svolgono le prove Invalsi standard al computer senza strumenti compensativi.

nota Miur

Qui la nostra Guida Completa

Versione stampabile
anief anief
voglioinsegnare