Invalsi III media, cosa fa la scuola prima delle prove. Diagnostic Tool entro il 30 novembre

di redazione

item-thumbnail

Invalsi classi III scuola secondaria di primo grado a.s. 2019/20: cosa fa la scuola prima dello svolgimento delle prove. Monitoraggio dirigente scolastico. 

Discipline coinvolte, durata prove e modalità svolgimento

Le prove, che coinvolgono le classi III, riguardano gli ambiti disciplinari di: Italiano, Matematica e Inglese. 

Le prove hanno la seguente durata:

  • Italiano: 90 minuti più 10 minuti circa per rispondere alle domande del questionario studente;
  • Matematica: 90 minuti più 10 minuti circa per rispondere alle domande del questionario studente;
  • Inglese (reading): 45 minuti; Inglese (listening): circa 30 minuti (la durata della prova può variare leggermente da studente a studente).

Le prove sono computer based (CBT) e si svolgono mediante l’utilizzo di computer connessi alla rete internet in un arco temporale (finestra di somministrazione), assegnato alla scuola dall’Invalsi.

Tempistica

Le prove si svolgono tra l’1 e il 30 aprile 2020. All’interno di tale periodo (1-30 aprile 2020), ciascuna scuola svolge le prove in un arco temporale, definito finestra di somministrazione, assegnato alla stessa dall’Invalsi.

Le classi campione svolgono le prove in tre dei seguenti quattro giorni: venerdì 3, lunedì 6, martedì 7 e mercoledì 8 aprile 2020 (sabato 4 aprile le Classi Campione non possono svolgere prove).

Cosa fa la scuola: verifica PC

Prima della somministrazione delle prove, la scuola verifica che i computer destinati alla somministrazione delle prove:

  • siano regolarmente funzionanti
  • siano connessi a internet
  • siano predisposti per l’ascolto individuale mediante audio-cuffie della prova di Inglese – listening
  • siano forniti, indipendentemente dalle proprie caratteristiche e dal sistema operativo, di almeno uno dei seguenti browser:

– Chrome (versione aggiornata)
– Firefox (versione aggiornata)
– Safari (versione aggiornata).

Cosa fa la scuola: Diagnostic Tool e test audio prova inglese

Diagnostic Tool

Al fine di verificare la qualità della connessione e le principali caratteristiche dei computer le scuole eseguono il Diagnostic Tool, strumento di diagnostica messo a disposizione dall’Invalsi.

Per eseguire il Diagnostic Tool è necessario:

  • fare clic sul link disponibile nell’area riservata alla segreteria scolastica del
    sito dell’Invalsi;
  • fare clic sul pulsante Inizio diagnostica.

Il Diagnostic Tool va effettuato dal 29/10/2019 al 30/11/2019.

La verifica tramite lo strumento suddetto è opportuno che venga effettuata su tutti i computer destinati allo svolgimento delle prove.

Le informazioni generate dal Diagnostic tool sono visualizzate sullo schermo e inviate automaticamente all’Invalsi. Per la somministrazione delle prove, i parametri più importanti sono: Larghezza di banda e Compatibilità del browser.

Eventuali malfunzionamenti del Diagnostic tool (es. il link non si attiva, non compare alcuna reportistica ecc.) vanno segnalati all’Invalsi esclusivamente tramite il modulo Domande e Risposte, presente nell’area riservata alla segreteria e al dirigente scolastico sul sito Invalsi.

Test audio

All’interno dell’area riservata alla segreteria e al dirigente scolastico è possibile, inoltre, effettuare un Test audio per la prova di Inglese‐listening con un manuale contenente le indicazioni per la risoluzione dei più comuni problemi segnalati dagli istituti scolastici lo scorso anno.

Il test costituisce una novità introdotta nel corrente anno scolastico.

Elenco studenti

Le scuole, prima dello svolgimento delle prove, predispongono l’elenco studenti. Tale operazione è molto importante, soprattutto per il fatto che lo svolgimento delle prove costituisce uno dei requisiti d’accesso all’esame conclusivo del primo ciclo di istruzione.

Nell’area riservata al dirigente scolastico è possibile visionare l’Elenco nominativo degli studenti, eventualmente modificato in seguito alle variazioni registrate dalla scuola sui sistemi SIDI, SIAL o PopCorn e da questi trasmesse a INVALSI.

Eventuali inserimenti, modifiche e cancellazioni di alunni, evidenzia l’Invalsi, vanno effettuati esclusivamente attraverso il Sistema SIDI del Miur, il Sistema SIAL della regione Valle d’Aosta o il Sistema PopCorn della Provincia Autonoma di Bolzano.

Nomina responsabili

Il dirigente scolastico deve nominare:

  • il docente responsabile della somministrazione (Docente somministratore), preferibilmente tra i docenti non della classe e non della disciplina oggetto della prova;
  • il responsabile del funzionamento dei computer (Collaboratore tecnico),  tra il personale con competenze informatiche adeguate.

Monitoraggio svolgimento prove Invalsi

E’ compito del dirigente scolastico monitorare, all’interno dell’area riservata allo stesso, lo svolgimento delle prove da parte di ogni studente. Il sistema aggiorna le informazioni a conclusione di ogni sessione (dopo circa 48/72 ore).

Accanto al nome di ciascuno studente vi sono dei pallini di colore rosso, che diventano verdi quando la prova è svolta. Pertanto, al termine della finestra di somministrazione, tutti i pallini devono essere verdi.

Se il dirigente scolastico, dopo 72 ore dal termine della finestra di somministrazione, riscontra un’incongruenza tra quanto riportato nei
verbali di somministrazione e la colorazione dei suddetti pallini, la comunica tempestivamente all’Invalsi, utilizzando solo ed esclusivamente il modulo Domande e Risposte, presente nell’area riservata alla segreteria e al dirigente medesimo.

nota Invalsi 21 novembre 2019

Versione stampabile
Argomenti:

soloformazione