Invalsi III media, al via le prove: durata, somministrazione, alunni con disabilità e DSA, sessione suppletiva

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Al via da oggi le prove Invalsi nelle classi III della scuola secondaria di primo grado, ove lo svolgimento delle stesse (indipendentemente dal risultato) costituisce requisito d’accesso all’esame.

Invalsi III media: tempistica e discipline coinvolte

Le prove saranno somministrate nei seguenti periodi:

  • classi non campione: 1 -18 aprile 2019
  •  classi campione: 9 – 12 aprile 2019

Le prove, che si svolgono al computer, riguardano tre ambiti disciplinari: Italiano, Matematica e Inglese.

Invalsi III media: durata

  • Italiano: 90 minuti più 15 circa per rispondere alle domande del questionario studente;
  • Matematica: 90 minuti più 15 circa per rispondere alle
    domande del questionario studente;
  • Inglese (reading): 45 minuti,
  • Inglese (listening): circa 30 minuti (può infatti variare di alcuni minuti in più o in meno a seconda della durata dei cinque file audio di cui la prova si compone).

Per gli studenti disabili e con DSA può essere previsto un tempo aggiuntivo di 15 minuti per ciascuna prova (Italiano, Matematica, Inglese-reading, Inglese-listening).

Invalsi III media: somministrazione

Le prove CBT non si svolgono più simultaneamente nello stesso giorno e alla stessa ora per tutti gli allievi delle scuole italiane.

Al’interno della stessa scuola e della stessa classe, infatti, una stessa prova può essere somministrata in giorni e orari differenti.

Le scuole svolgono le prove durante la finestra di somministrazione proposta dall’Invalsi (già fatto il 18/01/19) e rientrante nel sopra riportato periodo di somministrazione (1-18 aprile 2019).

Le scuole scelgono autonomamente i giorni di svolgimento delle prove all’interno della finestra di somministrazione assegnata.

La somministrazione, in base alle dotazioni informatiche della scuola, alla qualità della connessione internet e alle esigenze organizzative, può avvenire in:

  • sequenza, ossia solo una classe o un gruppo di studenti alla volta
    svolgono la prova
  • parallelo, due o più classi, oppure due o più gruppi di studenti,
    svolgono in contemporanea le prove, non necessariamente della
    stessa materia

A livello di singolo allievo, l’Invalsi consiglia di far svolgere le prove in tre giornate distinte, una per ciascuna disciplina.

Invalsi III media: alunni assenti e prova suppletiva

Per gli studenti assenti a causa di gravi e documentati motivi, valutati come tali dal consiglio di classe, è prevista una sessione suppletiva per lo svolgimento delle prove. In tal caso, la scuola comunica all’Invalsi, su apposito modulo web, il nominativo degli allievi che hanno diritto a sostenere la/le prova/e durante la predetta sessione.

La sessione suppletiva si svolgerà dal 23 al 30 aprile 2019.

Evidenziamo che, se l’assenza dello studente termina entro la finestra di somministrazione assegnata alla scuola, il recupero della prova (o delle prove) avviene senza alcuna necessità di comunicazione all’Invalsi da parte della scuola. In tal caso, pertanto, non si svolgerà la sessione suppletiva, ma il recupero della/le prova/e avviene entro la succitata finestra di somministrazione.

La sessione suppletiva, in definitiva, si svolgerà solo se l’assenza dell’alunno termina oltre la finestra di somministrazione assegnata alla scuola.

Invalsi III media: alunni con disabilità

Per tali alunni, il consiglio di classe può prevedere adeguate misure compensative o dispensative per lo svolgimento delle prove e, ove non fossero sufficienti, predisporre specifici adattamenti della prova ovvero disporre, in casi di particolare eccezionalità, l’esonero dalla prova.

In caso di esonero dalla prova, i suddetti alunni sono comunque ammessi all’esame, pur essendo lo svolgimento della stessa requisito d’accesso.

Approfondisci

Invalsi III media: alunni con DSA

Gli alunni con disturbo specifico di apprendimento (DSA) certificato partecipano alle prove Invalsi.

Per tali alunni sono previste specifiche misure:

  • il consiglio di classe può disporre l’utilizzo di adeguati strumenti compensativi coerenti con il piano didattico personalizzato (PDP);
  • non svolgono la prova di Inglese se dispensati dalla prova scritta di
    lingua straniera o esonerati dall’insegnamento della lingua straniera

Diversamente da quanto previsto per gli studenti con disabilità, gli alunni con DSA devono necessariamente sostenere le prova Invalsi ai fini dell’ammissione agli esami.

Approfondisci

Invalsi III media: verbali

Classi non campione:

Classi campione:

Qui gli esempi di prove di Italiano, Matematica e Inglese

Qui tutto il materiale informativo pubblicato dall’Invalsi

Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione